Alla carica contro le banche

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 15 Gennaio 2010 | 14:00
Le associazione per i consumatori bandiscono una crociata contro le commissioni illegali applicate dalle banche sul conto scoperto. Chiedono la restituzione del denaro ai clienti e un emendamento del Parlamento.

Adiconsum, Adoc e Lega Consumatori sguainano le spade come i tre moschettieri all’urlo  “Per i consumatori”, e questa volta marceranno fino in Parlamento.
Il nemico sono le banche che, secondo le associazioni, violano la legge con nuove e più costose commissioni. L’obiettivo della carica è quindi ottenere la restituzione delle commissioni arbitrarie incassate dagli istituti.

Nel dettaglio le associazioni fanno riferimento alle commissioni di massimo scoperto caricate dalle banche sulle imprese e sui cittadini quando i conti vanno in “rosso”.
Questa situazione è regolamentata dalla legge, ma le banche hanno violato i vincoli introducendo altre commissioni più costose per i piccoli sconfinamenti, come documentato da uno studio dell’Antitrust.
Queste commissioni, stabilite in modo unilaterale dagli istituti di credito al di fuori della normativa,  scattano per le imprese che operano uno scoperto di conto o che superano lo scoperto autorizzato, ma anche per le famiglie che occasionalmente hanno il conto “in rosso”.

Per far fronte a questa situazione le associazioni chiedono quindi la restituzione ai clienti delle commissioni arbitrariamente incassate, chiedendo inoltre al Parlamento un emendamento che elimini la doppia commissione applicata.
I consumatori interessati sono invitati ad aderire alla crociata presentando un reclamo alla propria banca, inviandolo anche all’Antitrust o alle associazioni Adiconsum, Adoc e Lega Consumatori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Adiconsum, un confronto per semplificare i prestiti

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

CNP Unicredit Vita dovrà rimborsare i clienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X