È il momento di dare una svolta ai prodotti

A
A
A
di Redazione 19 Gennaio 2010 | 12:00
Mercato assicurativo a una svolta. Rispetto agli anni passati si è assistito a una fermo della produzione…

di Giuliano D’Acunti

…soprattutto per quanto riguarda determinati prodotti. E’ il caso ad esempio delle polizze index e unit che sia per le cronache sia per i nuovi regolamenti emessi da ISVAP, autorità di vigilanza del mercato assicurativo, non hanno performato come negli anni scorsi. Infatti rispetto al passato, quando gran parte della raccolta derivava proprio da questi prodotti, in quest’anno si può affermare che non sono stati tra i prodotti trainanti. Per Roberto Casanova, head of Market Intelligence di IAMA Consulting le difficoltà dei prodotti di ramo III «sono dovute principalmente al fatto che il distributore e il cliente hanno cercato dei prodotti a capitale garantito, in particolare obbligazioni indicizzate, ossia strumenti che potessero garantire rendimenti certi e che seppure negoziati anche nei tempi passati hanno avuto un buon andamento in tale anno». Certo che ora resta l’incombenza di capire come questi prodotti potranno affrontare una ripresa della crescita dei tassi di interesse. Per l’esperto di Iama Consulting però il 2010 potrà essere considerato come l’anno delle gestioni separate, soprattutto se multiramo. «Credo che tali prodotti saranno in grado di rispondere in maniera più efficiente alle esigenze dei clienti» sottolinea Casanova. E un altro prodotto che potrebbe aver un buon riscontro è rappresentato dal mercato ibrido delle unit. «Vedo un avvicinamento tra prodotti tradizionali e unit, come ad esempio delle unit a finestra». Mentre per quanto riguarda il mercato previdenziale la strada è ancora molto lunga. «E’ un mercato ancora povero in termini di iscritti, che potrà avere una crescita ma molto lenta e soprattutto nel tempo» continua Casanova. E per le polizze tradizionali, dopo il boom di quest’anno, per l’esperto restano un prodotto interessante, soprattutto per l’acquisizione di nuovi clienti. Ma a parte le diverse tipologie di prodotti, che sono comunque già note, per il consulente quello che sarà importante è il marketing dei prodotti, così come l’innovazione. «Penso che sarebbe interessante creare anche dei prodotti che premino alcuni eventi della vita dell’assicurato» conclude Casanova.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bankinsurance, ecco chi ci guadagna

Assicurazioni, rivoluzione Intelligenza Artificiale

Allianz, tutto fatto per Aviva Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X