State Street sfiora i 500 milioni nell’ultimo quarter

A
A
A
di Redazione 20 Gennaio 2010 | 13:45
Ammonta a 498 milioni di dollari l’utile netto realizzato nel 4° trimestre da State Street, ma il dividendo annuale crolla e le perdite accumulate dal gruppo mandano l’utile per azione sotto lo zero.

State Street, una delle grandi firme mondiali del risparmio gestito e del global custodian, recentemente al centro della vicenda che l’ha portata all’acquisto di Banca Fiduciaria,  ha chiuso il 4° trimestre del 2009 con utile netto di 498 milioni di dollari,  corrispondente ad 1 dollaro per azione.

Il risultato è in linea con il consensus degli analisti, per avevano invece preventivato un utile di 0,99 dollari per azione.

Se si estende la visuale all’intero 2009 l’utile per azione si alza a quota 3,46 dollari, ma considerando la contabilizzazione delle perdite straordinarie accumulate dal gruppo, che equivalgono a 3,6 miliardi di dollari, allora l’utile per azione diventa negativo per 4,31 dollari ad azione. Il dividendo annuale crolla quindi da 0,95 del 2008 a 0,04 dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

State Street, nuova responsabile della divisione Global Markets Europa

Anima e State Street siglano una partnership

Asset allocation: ecco come gestire i rischi del secondo semestre

NEWSLETTER
Iscriviti
X