Fideuram, slitta ancora la quotazione

A
A
A
di Francesco D'Arco 21 Gennaio 2010 | 15:22
Al momento la Ipo della banca resta un rumors non confermato e l’appuntamento del 9 febbraio…

Potrebbe allungarsi ulteriormente l’attesa dei private banker di Fideuram sul futuro della rete. Oggi l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, alla domanda sul dossier della “storica” banca ha glissato sottolineando l’assenza di “un ordine del giorno” sui consigli in programma a febbraio.

Le ultime indiscrezioni lasciano presagire una prima decisione sull’eventuale Ipo di Banca Fideuram durante il consiglio previsto il prossimo 9 febbraio, ma al momento i rumors sembrano rimanere tali.

Le uniche certezze sono i numeri della banca. La rete guidata da Matteo Colafrancesco nel solo mese di novembre ha raccolto oltre 598 milioni di euro spingendo il saldo da inizio anno in territorio positivo con oltre 600 milioni.

Se continua con questo ritmo di crescita e se davvero Fideuram Vita rientrerà nella sua vecchia banca è facile prevedere un aumento del valore della rete. Il che, sicuramente, non dispiacerebbe a Passera & C. Perché quindi non rimandare ulteriormente e, perché, non aspettare la fine anche del nuovo scudo fiscale prima della Ipo? Ma restiamo sul fronte delle indiscrezioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

IW Private Investments, la squadra si rafforza

Reti, la raccolta spezza la tensione. Fideuram ancora al comando

Fideuram, 11 nuove strategie attive per consulenti e investitori

NEWSLETTER
Iscriviti
X