Assoreti: il top degli ultimi 9 anni

A
A
A
di Redazione 27 Gennaio 2010 | 14:00
A dicembre cresce l’attività delle reti di promotori, la raccolta netta raggiunge i 5 miliardi, miglior risultato dal 2000 ad oggi. Record anche per il risparmio gestito, con flussi netti per 3,9 miliardi. Amministrato ancora positivo grazie alla liquidità.

Il dato rilevato da Assoreti indica nel mese di dicembre una raccolta netta positiva per le reti di promotori finanziari pari a 5,0 miliardi di euro. Gli effetti dello scudo fiscale e la ripresa del contesto economico finanziario hanno certamente rappresentato ulteriori elementi di spinta per l’attività delle reti, che è cresciuta del 55% rispetto al precedente mese di novembre (3,2 miliardi di euro). La ripartizione tra i vari comparti ha evidenziato una significativa affluenza di risorse nette sul risparmio gestito, per un ammontare complessivo pari a 3,9 miliardi di euro, valore triplo rispetto al mese precedente (1,3 miliardi). Il 2009 si è quindi chiuso con il miglior risultato di raccolta degli ultimi dieci anni, sia in termini complessivi sia per quanto riguarda la componente gestita. Il risparmio amministrato ha visto invece una raccolta per 1,1 miliardi di euro, risultato di molto superiore alla media mensile dell’anno (460 milioni di euro).

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 2,4 miliardi di euro, coinvolgendo quasi esclusivamente i fondi di diritto estero (2,3 milioni) e più marginalmente i fondi di fondi (110 milioni); prossima allo zero la raccolta in OICR italiani (10 milioni di euro) e in fondi speculativi (2 milioni). Le gestioni patrimoniali individuali chiudono il mese con un bilancio nell’insieme positivo (385 milioni di euro), riconducibile principalmente ai flussi netti destinati alle GPM (365 milioni). Le risorse nette confluite in prodotti assicurativi e previdenziali sono state complessivamente positive per 1,1 miliardi di euro, con la raccolta in unit linked pari a 683 milioni.
Il contributo complessivo delle reti al sistema di OICR, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato quindi nel mese di dicembre su un ammontare positivo per 3,2 miliardi di euro, rispetto ad un raccolta totale riscontrata per il sistema fondi di quasi 1,6 miliardi.
La raccolta in titoli è stata negativa per un importo complessivo di 31 milioni di euro, mentre continua a crescere la liquidità con una raccolta netta di circa 1,1 miliardi di euro.

Per quanto riguarda le reti il 2009 si è chiuso con un bilancio molto positivo, con una raccolta netta complessiva pari a 17,8 miliardi di euro, valore quasi triplo rispetto all’anno precedente (6,3 miliardi) e, negli ultimi dieci anni, inferiore solo a quanto riscontrato nel 2000 (25 miliardi).
Per quanto riguarda le protagoniste sulla vetta del podio si porta Banca Fideuram, del gruppo Intesa Sanpaolo, che porta a casa una raccolta netta di 1.020.706,9 milioni euro. Seguono Mediolanum a quota 905.699,6 e Finecobank che registra flussi netti per 564.991,5 milioni.
In fondo alla classifica Consultinvest Investimenti, che riporta deflussi per 3.685 milioni di eu

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X