Citi prende a bordo Leonardo Arduini

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Gennaio 2010 | 13:30
Il manager con esperienza ventennale nel mondo della finanza è nominato Country Officer di Citi Italia. Avrà il compito di coordinare il business nella penisola.

Leonardo Arduini, 46 anni, è stato nominato Country Officer con l’incarico di coordinare tutti i business di Citi in Italia: Global Banking, Global Transaction Services, Global Markets, Investment Research & Analysis e carte di credito. A questo suo nuovo ruolo si aggiunge la responsabilità diretta sulla divisione italiana di Global Markets che include Equity, Fixed Income e Foreign Exchange.

Dopo essere entrato in finanza nel 1988 in San Paolo Finance, Arduini ha trascorso la maggior parte della sua carriera in Citi. Nel 1993, infatti, entra in Citi come Italian Government Bond Head of Trading and Sales e ricopre, tra Milano e Londra, diversi ruoli fino a diventare, nel 1997 Head of Government Bonds Trading and Sales per l’Europa. Dopo una parentesi di due anni passati dapprima in Caboto e poi in Banca Monte dei Paschi di Siena, Arduini torna in Citi nel 2000 come Managing Director, con la responsabilità per il Fixed Income italiano, carica alla quale si aggiunge, nel 2006, quella di Senior Government Banker per il Paese. Dal 2008 si era spostato a Londra dove ricopriva il ruolo di Global Head of G10 Rates Sales.

“L’Italia è un mercato estremamente importante per Citi”, afferma William J. Mills, co-CEO di Citi per l’Europa, Medio Oriente e Africa, “e la grande esperienza di Leonardo, sommata alla sua profonda conoscenza dell’azienda in Italia ne fanno la persona adatta per guidare il nostro business nel Paese. Vorrei anche ringraziare Anna Doro Tempestini per il gran lavoro svolto come Acting CCO ed aver quindi agevolato questa transizione”.

Anna Doro Tempestini, Legal Counsel per l’Italia e altri 6 Paesi europei, che ha retto pro-tempore l’istituto dallo scorso giugno ha concluso: “Leonardo nella funzione di Country Manager rappresenta un chiaro segno di continuità nella lunga tradizione di Citi in Italia. Le sue capacità contribuiranno ad accelerare nel nostro Paese il processo di sviluppo di Citi nella sua più recente e funzionale configurazione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Private banking, la carica degli stranieri

Citi sceglie un veterano per il private asiatico

Brexit a private banking, Citi prepara il trasloco a Madrid

NEWSLETTER
Iscriviti
X