Bce, credito fermo e allarmi immotivati su Basilea 3

A
A
A

La Bce ritiene ingiustificate le preoccupazioni delle banche in merito all’introduzione delle norme di Basile 3, e nel frattempo avverte che i prestiti erogati a dicembre non hanno fatto registrare alcuna variazione.

di Giacomo Berdini29 gennaio 2010 | 14:30

Il sistema bancario strilla allarmi in merito alle le norme di Basilea 3 che si ripercuoterebbero con effetti restrittivi sull’erogazione del credito, ma queste preoccupazioni sono ingiustificate, in quanto l’applicazione delle nuove regole sarà graduale e arriverà solo dopo uno studio d’impatto.
A dichiararlo è stato Lorenzo Bini Smaghi, membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, che ha ribadito come il ritiro delle misure di sostegno attuate da governi e banche centrali “dovrà essere tempestivo”.

Il banchiere della Bce, intervenuto a Milano ad un convegno organizzato da Ernst & Young, sottolinea inoltre che “i profitti realizzati in questi mesi nel settore bancario, ottenuti grazie anche agli interventi effettuati dalle autorità di politica economica per mantenere in piedi il sistema e dunque in ultima istanza grazie ai contribuenti, devono essere utilizzati per aumentare il capitale piuttosto che per remunerare il management delle banche e i loro azionisti”.
Secondo Bini Smaghi, inoltre, “é preoccupante che le considerazioni relative alla necessità di ricostituire il capitale delle banche comincino ad incidere fortemente sulle decisioni di erogare nuovo credito”, come emerge dall’indagine trimestrale sul credito bancario.

Nel frattempo, sempre dalla Bce, giunge la notizia che i prestiti erogati dalla banche europee al settore privato non hanno fatto registrare alcuna variazione a dicembre. Nel mese di novembre i prestiti avevano segnato una flessione dello 0,7%.
Ora i criteri per l’erogazione del credito sono più stringenti, per le famiglie e le imprese, è quindi “essenziale che i governi nazionali mettano a punto dei piani credibili per ridurre i propri deficit”, ha specificato a Davos il Presidente della Banca Centrale Europea, Jean-Claude Trichet


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reclutamento a vele spiegate per CheBanca!

App bancaria “I love you”

IWBank, in alto con il modello ibrido

Le pagelline dei conti delle reti (quotate)

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

Finanziamenti, nel 2018 piccolo è meglio

Banche, quanti tagli alle filiali

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Ti può anche interessare

Caccia grossa a 2000 consulenti

Banche e reti scatenate nel reclutamento. Ecco i numeri società per società ...

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Mediolanum Corporate University aggiorna il calendario degli eventi sul territorio. Ecco tutte le da ...

Passaggio generazionale e pianificazione, seminari Widiba in Sicilia

Doppio seminario per Widiba oggi in Sicilia. La società ne propone due a Giarre, in provincia di Ca ...