Mps, ripresa a macchia di leopardo

A
A
A
di Redazione 3 Febbraio 2010 | 14:30
Il nuovo responsabile della rete di Mps riscontra una tendenza eccessivamente prudente da parte dei clienti, che non dovrebbero investire in titoli di Stato ma diversificare meglio i portafogli. Secondo Barbieri la ripresa c’è, ma è a macchia di leopardo.

“Adesso c’è lo spazio per attuare una maggiore diversificazione”. Ad affermarlo è stato Giancarlo Barbieri, nuovo responsabile della rete di filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena, in merito alla gestione del portafoglio dei clienti.

Intervistato dal Sole24Ore Barbieri illustra come il portafoglio della clientela sia “eccessivamente improntato alla prudenza”, e si domanda di conseguenza quale sia la ragione che spinge ad investire “tutti i risparmi in titoli di Stato, che rendono zero, quando l’azionariato l’anno scorso ha reso il 22%”.

“E’ il momento di guardare con fiducia a strumenti di risparmio gestito meno conservativi”, continua Barbieri, invitando i risparmiatori ad “introdurre a piccole dosi elementi diversi dai soliti bond pubblici”.
“Diversificare e’ sempre una buona cosa”, conclude il nuovo responsabile Mps, “e in questo momento il mercato borsistico offre opportunità da prendere” in quanto, secondo il parere di Barbieri, “la ripresa è in atto, anche se a macchia di leopardo”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, due soluzioni per renderla appetibile

Banche, Mps: Fitch modifica l’outlook

Mps, 4mila esuberi per restare in piedi

NEWSLETTER
Iscriviti
X