Unicredit, concluso l’aumento di capitale

A
A
A
di Redazione 4 Febbraio 2010 | 14:30
Con la sottoscrizione del 98,23% del capitale si chiude l’offerta in opzione all’operazione di ricapitalizzazione dell’istituto. I diritti non esercitati nel periodo in opzione nonché quelli derivati da eventuali revoche saranno offerti in Borsa.

L’offerta in opzione relativa all’operazione di aumento del capitale sociale di Unicredit, deliberata dall’assemblea straordinaria degli azionisti in data 16 novembre 2009,
si è conclusa. Come comunica lo stesso Gruppo, durante il periodo di opzione (11 gennaio 2010 – 29 gennaio 2010 in Italia e Germania e 14 gennaio 2010 – 29 gennaio 2010 in Polonia) sono state sottoscritte n. 2.472.338.679 nuove azioni ordinarie UniCredit, pari al 98,23% delle azioni oggetto dell’offerta in opzione.

Tali dati potranno essere oggetto di variazione in funzione delle eventuali revoche delle sottoscrizioni che dovessero essere effettuate entro oggi, 4 febbraio 2010, con riferimento all’offerta al pubblico in Polonia e Germania.
I diritti non esercitati nel periodo di opzione nonché quelli derivanti dalle eventuali revoche delle sottoscrizioni saranno offerti in Borsa e UniCredit  diffonderà un apposito comunicato per informare il mercato circa il calendario dell’offerta in borsa ed il numero di diritti da offrire.

Il gruppo ricorda inoltre che l’offerta è assistita dalla garanzia di un consorzio coordinato e diretto da BofA Merrill Lynch e UniCredit Bank Milan quali Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners e composto da BofA Merrill Lynch nonché Credit Suisse, Goldman Sachs International, Mediobanca e UBS Investment Bank in qualità di Joint Bookrunners, e BNP PARIBAS, Nomura International Plc e Société Générale in qualità di Co-Lead Managers.
I partecipanti al consorzio di garanzia si sono impegnati nei confronti di UniCredit a sottoscrivere, disgiuntamente tra loro e senza vincolo di solidarietà, le azioni ordinarie che rimarranno eventualmente non sottoscritte al termine dell’offerta in Borsa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, un’alternativa c’è: si chiama Piano Isacco

Unicredit-Mps, Orcel pensa ad una nuova piattaforma

BlackRock arruola Ghizzoni (come consulente)

NEWSLETTER
Iscriviti
X