Ubs, utile miliardario e un po’ meno bonus a Ermotti

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 10 Marzo 2017 | 09:44
Il gruppo elvetico pubblica i dati 2016. I profitti netti sono leggermente inferiori ai 3,3 miliardi annunciati a gennaio. Per il ceo retribuzione di 13,7 milioni contro i 14,3 milioni del 2015.

Una retribuzione di 13,7 milioni di franchi contro i 14,3 milioni dell’anno prima. E’ un po’ calato il compenso incassato nel 2016 da Sergio Ermotti, ceo di Ubs. Colpa di una limatura alla parte variabile della sua remunerazione, che è è scesa da 11,5 a 10,9 milioni. La notizia, ripresa da diverse testate giornalistiche svizzere, si è diffusa oggi con la pubblicazione dei dati di bilancio 2016 del gruppo. L’esercizio scorso si è chiuso per Ubs con profitti netti di 3,2 miliardi di franchi, leggermente inferiore rispetto ai 3,3 miliardi dell’anno precedente. La differenza è dovuta a maggiori accantonamenti per le cause legali relative ai crediti ipotecari in Renminbi negli Usa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ubs batte il Coronavirus

Il futuro di Sergio Ermotti non sarà in banca

UBS, balza l’utile netto

Ti può anche interessare

Azimut, un nuovo successo per il corporate finance

Azimut Enterprises, ha assistito ABC Morini, leader nella commercializzazione di accessori metallici ...

Bce, la Lagarde non tocca i tassi e continua il Qe

La Banca Centrale Europea lascia fermi i tassi d’interesse: il tasso principale resta a zero, ...

Azimut, il Coronavirus non ferma Timone Fiduciaria

Nonostante l’emergenza Coronavirus abbia di fatto travolto i piani di molte istituzioni finanz ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X