Intesa-Agricole, si scioglie il nodo

A
A
A
di Giacomo Berdini 12 Febbraio 2010 | 15:45
Come richiesto dall’Antitrust pare che Corrado Passera abbia trovato un accordo col Credit Agricole per risolvere la questione originata dal patto fra la banca francese e Assicurazioni Generali, patto che probabilmente sarà annullato.

Pare si sia giunti allo scioglimento del nodo che teneva tesa la corda fra il Credit Agricole e Intesa Sanpaolo, questione nata in conseguenza del patto di consultazione fra la banca francese e Generali.

L’accomodamento sarebbe stato raggiunto nella serata di ieri sera, grazie ad un incontro tra l’amministratore di Intesa Corrado Passera e un banchiere di Parigi di cui le indiscrezioni non menzionano l’identità. Durante questo confronto avrebbe preso corpo una soluzione alla vicenda ora sotto esame dell’Antitrust, che il 19 febbraio dovrà prendere una decisione in merito agli impegni assunti dall’istituto della Ca’ de Sass.

La soluzione elaborata dovrebbe prevedere il trasferimento del 3,8% di Intesa Sanpaolo ad un istituto fiduciario gradito all’Antitrust, scendendo così sotto la soglia del 2% come richiesto dall’organismo, con la garanzia sulla gestione del diritto di voto non imputabile ai francesi.
La data del trasferimento dovrebbe essere fissata per il 2012 e nel frattempo pare che Assicurazioni Generali abbia già notificato a Parigi l’intenzione di annullare la stipulazione del patto il 18 febbraio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X