Bernanke contro i giganti

A
A
A
di Giacomo Berdini 22 Marzo 2010 | 10:00
Il presidente della Fed si scaglia contro gli istituti bancari di grandi dimensioni, caldeggiando l’introduzione di nuove norme che possano consentire alle autorità di smembrare questi giganti del risparmio in caso di emergenza crisi.

Sarebbe una mancanza di saviezza lasciare il destino dell’economia nelle mani delle banche.
Queste le parole con cui il presidente della Federal Reserve ha commentato il problema posto da quelle banche definite “too big to fail”, ovvero troppo grandi per essere lasciate fallire.

“È da incoscienti che il destino dell’economia mondiale sia legato alle fortune di poche banche di dimensioni gigantesche”, ha affermato Ben Bernanke.

La Fed si mostra quindi intenzionata a cambiare rotta, ed è probabile che gli istituti bancari di dimensioni eccezionalmente grandi siano presto obbligati a redigere una sorta di testamento, per facilitare i compiti de management e delle autorità, che avranno quindi la possibilità di prevenire eventuali crisi smontando pezzo per pezzo l’azienda.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X