Generali, l’affondo di Geronzi

A
A
A
di Redazione 24 Marzo 2010 | 08:00
Continuano i colpi di scena sulla prossima presidenza della compagnia di Triestre. Chi dava per scontata la nomina di Geronzi dovrebbe ricredersi.

Continuano le trattative sulla nuova presidenza di Generali. Nonostante i più informati dessero quasi per certa la nomina di Cesare Geronzi, il quale, forse anche per scaramanzia, come si usa in certi ambienti, aveva smentito più volte, di essere il successore di Antoine Bernheim, ora i giochi sembrano ancora aperti.

Infatti sembra che nessun accordo formale sia stata raggiunto tra i manager di Mediobanca  e Vincent Bollorè. Con molta probabilità venerdì dovrebbe essere varata la lista dei nomi dei possibili candidati da proporre al consiglio delle Generali. Questa lista, così come sottolineato più volte, dovrebbe esprimere 13 consiglieri su 15, gli altri due infatti sono proposti dalla lista di minoranza.

Quindi grande attenzione su quello che accadrà per la presentazione della lista. Infatti se il nome di Geronzi comparirà sulla lista è scontato che il banchiere romano succederà al presidente francese Berhneim. Anche se quest’ultimo non deve darsi per spacciato. 

Secondo alcuni rumors di mercato l’ex banchiere di Lazard sarebbe  tornato in auge dopo che nei giorni scorsi nel confronto in corso tra il vertice e i grandi soci di Mediobanca, a partire da Unicredit e da Vincent Bollore’, sarebbero emerse forti differenze di vedute sull’ipotesi di promuovere alla presidenza del Leone l’attuale a.d. della compagnia, Giovanni Perissinotto, con Sergio Balbinot come unico a.d..

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Geronzi: serve piano europeo anti-contagio

Geronzi: servono nuove regole

È già casta padana

NEWSLETTER
Iscriviti
X