La Fed promette ancora tassi bassi

A
A
A
di Redazione 25 Marzo 2010 | 15:15
Bernanke, intervenuto alla Commissione Finanze Usa, ribadisce come i tempi non siano maturi per rinunciare alla misure di sostegno dell’economia.

I tempi non sono maturi per ritirare le misura di stimolo, perché l’economia statunitense ha ancora bisogno del sostegno della Federal Reserve, in particolare dalla sua politica di tassi a zero.
La banca centrale attuerà le exit strategy non appena si presenteranno le condizioni opportune.
 
Ad affermarlo è stato Ben Bernanke, presidente in carica della Fed, nel suo intervento presso la commissione Finanze della Camera Usa,  illustrando gli strumenti che la banca centrale utilizzerà per rimuovere i provvedimenti d’emergenza adottati contro la crisi.
“L’economia continua a richiedere il sostegno di una politica monetaria accomodante” ha sottolineato Bernanke, “Comunque, stiamo lavorando per essere sicuri di avere la capacità di invertire, al momento opportuno, l’attuale situazione di larghissimo stimolo monetario”.

Il presidente della Fed ha inoltre ribadito l’importanza dei reverse repurchase agreements, ovvero gli accordi di acquisto reciproco, e i term deposit facilities, meccanismi di deposito a termine, misure che offrono alle banche un incentivo a limitare il credito e che saranno attuate nel momento in cui la Fed riterrà il rischio inflattivo concretizzato.
“Al momento opportuno questi strumenti daranno alla Fed la possibilità di drenare centinaia di miliardi di dollari di riserve dal sistema bancario in tempi piuttosto rapidi”, ha concluso Bernanke.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X