Fed, giù la maschera alle banche

A
A
A

La Federal Reserve inquadra nel mirino i pesci grossi del mondo creditizio americano, sospettati di aver nascosto i propri livelli di rischio nel corso degli ultimi 5 quarter. Tra gli indagati figurano la Goldman, Morgan Stanley, JP Morgan, la Boa e Citigroup.

di Giacomo Berdini9 aprile 2010 | 08:00

La Fed di New York passa al setaccio a raggi x i colossi del credito bancario americano.
Secondo quanto affermato dal Wall Street Journal, i risultati dell’indagine della Federal Reserve della Grande Mela avrebbero rivelato come i grandi istituti di credito targati USA abbiano nascosto i propri livelli di rischio nel corso degli ultimi cinque trimestri, riducendo così il loro debito prima di comunicare i risultati.

Nel mirino della Fed, quindi, ci sono pesci grossi, per non dire squali. Fra le 18 banche che avrebbero fatto ricorso alla pratica di occultamento dei rischi figurano istituti come la Goldman Sachs, Morgan Stanley, Jp Morgan, Bank of America e Citigroup.

Nel frattempo il numero uno della Fed, Ben Bernanke rinnova il suo appello affinché sia perseguita la stabilità finanziaria, essenziale ai fini della crescita economica.
Bernanke ha sottolineato come la risposta della Fed alla crisi finanziaria abbia aiutato a prevenire un’altra Grande Depressione: “La salute del sistema finanziario e la performance dell’economia sono strettamente correlate” ha messo in evidenza Bernanke, secondo cui le autorità “devono rispondere con forza, in modo creativo e deciso alle severe crisi finanziarie”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Ti può anche interessare

Anasf in diretta dal Parlamento

Anasf in Parlamento sulla Direttiva Distribuzione Assicurativa (IDD) ...

Lo spauracchio di una patrimoniale a sorpresa

E’ passata un po' in sordina la notizia, ma l’indicazione dell’Ocse al Bel Paese è chiara: se ...

Una Fideuram da record

E' arrivato il migliore risultato semestrale di sempre ...