Banca IMI, utile netto a 508,6

A
A
A
Avatar di Redazione 9 Aprile 2010 | 12:15
È stato rinnovato il Consiglio di Amministrazione di Banca Imi, la cui assemblea ha inoltre approvato il bilancio del 2009.

L’Assemblea degli azionisti di Banca IMI ha approvato il bilancio 2009 e ha rinnovato il Consiglio di Amministrazione. Il margine di intermediazione è pari a 1.037,9 milioni di euro, con un incremento del 42,8% rispetto all’esercizio precedente.
Il risultato della gestione operativa risulta invece pari a 772 milioni di Euro, in aumento del 61,9%, rispetto ai 476,8 milioni di euro del 31 dicembre 2008.

L’utile netto del periodo si attesta a 508,6 milioni di euro ma, integrando l’utile netto con gli utili registrati dalle partecipate estere di New York, Banca IMI Securities Corp., e Lussemburgo, IMI Finance, i profitti consolidati netti al 31 dicembre 2009 si attestano a 517 milioni di euro, in aumento rispetto ai 308 milioni di euro di fine 2008. Il Core Tier I è al 10,2% e Tier Total al 10,3%.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione per il triennio 2010-2012 è composto da: Emilio Ottolenghi nella funzione di Presidente, Giangacomo Nardozzi Tonielli è imvece Vice Presidente, Gaetano Micciché riveste il ruolo di Amministratore Delegato e Giuliano Asperti, Aureliano Benedetti, Lorenzo Caprio, Stefano Del Punta, Massimo Mattera, Marco Morelli, Eugenio Rossetti, Marcello Sala sono i consiglieri.
L’istituto Banca IMI, inoltre, esprime “vivo apprezzamento per l’opera svolta dai consiglieri uscenti Luca Galli e Flavio Venturini e li ringrazia per l’impegno profuso in questi anni”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X