Intesa, ancora incertezza su cdg

A
A
A
Avatar di Redazione 14 Aprile 2010 | 08:30
Testa a testa tra Enrico Salza e Domenico Siniscalco per la presidenza del consiglio di gestione.

Dopo la lista congiunta di Compagnia di Sanpaolo e Cariplo e la successiva candidatura di Jean-Paul Fitoussi per conto del Crédit Agricole, ieri sono state depositate le ultime tre liste per il rinnovo del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, in scadenza il 30 aprile. Ma rimangono ancora molte le incertezze sul futuro presidente del consiglio di gestione. Le candidature sono sostanzialmente due, l’attuale presidente Enrico Salza e l’ex ministro Domenico Siniscalco (attuale presidente di Assogestioni). Secondo le ultime indiscrezioni risulta avvantaggiato Enrico Salza, ma siamo ancora sul terreno dei rumors.

Tornando al rinnovo del consiglio di sorveglianza le nuove liste sono quelle di Generali, delle Fondazioni delle Casse di Padova e Rovigo, Bologna e Firenze, e infine, dei fondi di investimento: Aletti Gestielle, Allianz Global Investors Italia, Arca, Kairos Partners, Bnp Paribas, Mediolanum Gestione Fondi, Mediolanum International Funds, Challenge Funds, Pioneer, Pioneer Investment Management, Prima, Stichting Depositary Apg Developed Markets Equity Pool, Ubi Pramerica.

Il Leone di Trieste candida il commercialista Gianluca Ponzellini, già consigliere dell’istituto, e Luigi Arturo Bianchi, consigliere uscente di Generali. La lista delle fondazioni vede fra i nominativi individuati dalla Carisparo (4,9% del capitale) Mario Bertolissi, Gianni Marchesini, Marco Ciabattoni, Leopoldo Mutinelli e Sandro Fioravanti. Carifirenze (3,3%) ha indicato Riccardo Varaldo e Paolo Campaioli, mentre Carisbo (2,7%) ha indicato Gianguido Sacchi Morsiani e Gianfranco Ragonesi.

Tra i candidati dei fondi di investimento compare Rosalba Casiraghi, il presidente di Saipem Marco Magiagalli. Nei giorni scorsi erano già stati resi noti i candidati della lista congiunta presentata da fondazione Cariplo e compagnia di Sanpaolo: Giovanni Bazoli (confermato alla presidenza), Elsa Fornero (candidata alla vicepresidenza), Franco Dalla Sega, Pietro Garibaldi, Ferdinando Targetti, Giulio Stefano Lubatti,Livio Torio, Fabio Pasquini, Gianluca Ferreo, Marco Spadacini, Eugenio Palvarani, Guido Ghisolfi, Fabrizio Gnocchi, Paolo Arlandini, Mario Romano Negri e Giuseppe Russo. La lista dell’asse Milano-Torino sarà sostenuta dalle fondazioni CAriparma, Spezia e Pistoia. Il Credit Agricole, tramite il trust Roland Berger a cui ha trasferito il 5% detenuto in Intesa, ha indicato l’economista Jean Paul Fitoussi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

growITup: da Microsoft e Fondazione Cariplo 10 milioni in 3 anni anche per le startup finanziarie

Microsoft presenta growITup, un boost per l’innovazione in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X