Banche – FMI ridurre il debito

A
A
A
Avatar di Redazione 20 Aprile 2010 | 15:30
Allarme debito per i Paesi. Il Fondo Monetario Internazionale durante il Global Financial Stability Report ha precisato che “i livelli del debito nei paesi del G7 sono vicini a raggiungere, in rapporto al pil, i massimi degli ultimi 60 anni”.

Allarme debito per i Paesi. Il Fondo Monetario Internazionale durante il Global Financial Stability Report precisando che “i livelli del debito nei paesi del G7 sono vicini a raggiungere, in rapporto al pil, i massimi degli ultimi 60 anni”.

I rischi per la stabilità finanziaria sono “allentati” con “la ripresa economica che ha preso slancio” pur mostrandosi a diverse velocità. Ma le preoccupazioni principali riguardano il “rischio-paese delle economie avanzate” che potrebbero minare “i guadagni raggiunti in termini di stabilità e prolungare il collasso del credito”. In particolare secondo il Fondo Monetario Internazionale ha sottolineato che “i livelli del debito nei paesi del G7 sono vicini a raggiungere, in rapporto al PIL, i massimi degli ultimi 60 anni”.

 

Secondo il FMI nonostante la ripresa sia in atto, essa sarà debole e a diverse velocità. Per il Fondo Monetario Internazionale “Nonostante la flessione dell’entità del capitale necessario le banche si trovano ancora ad affrontare considerevoli sfide”, fra le quali le perdite non ancora svalutate e le nuove regole “che spingeranno le banche a ripensare le proprie strategie di business. Questi fattori potrebbero esercitare una pressione al ribasso sulla redditività”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Recovery fund, Italia: rapporto debito/Pil al di sotto del 140% entro il 2025

Italia, debito in lieve calo: 2.577 miliardi a fine novembre

Mercati emergenti dopo il Covid, ecco quelli più a rischio. Il caso del Brasile

NEWSLETTER
Iscriviti
X