Promotori finanziari – Banca Generali, 4 mila operazioni gestite con lo scudo

A
A
A
Avatar di Redazione 22 Aprile 2010 | 14:30
Lo Scudo fiscale italiano è stato “un grande successo per Banca Generali, che ne è stata protagonista di primo piano”: lo ha detto il presidente dell’istituto di credito, Giovanni Perissinotto, durante l’assemblea degli azionisti.

Lo Scudo fiscale italiano è stato “un grande successo per Banca Generali, che ne è stata protagonista di primo piano”: lo ha ricordato il presidente dell’istituto di credito, Giovanni Perissinotto, durante l’assemblea degli azionisti, che si è tenuto il 21 aprile.

Durante l’assemblea i vertici di Banca Generali hanno ricordato ai soci il ruolo di primo piano svolto dall’istituto nelle operazioni di rimpatrio di capitali legati allo scudo fiscale, con 4 mila operazioni gestite per un importo di circa 2 miliardi, “per il 50% con clienti completamente nuovi per la banca e con cui aprire nuovi rapporti che saranno sicuramente di successo”, ha detto Perissinotto.

Secondo l’istituto questo dato conferma l’attenzione che Banca Generali sta riservando da sempre al settore del private banking: “Oggi di 22,2 miliardi che gestiamo, circa 10 miliardi sono di private banking. Riteniamo che ci sia molto spazio in Italia per questo settore, anche per l’uscita di banche estere dal comparto e per le incertezze delle banche italiane nel settore. Crediamo che noi, con il nostro marchio, possiamo fare molto bene e ottenere le soddisfazioni che ci aspettiamo”.

L’assemblea, inoltre,  ha varato e aggiornato i piani di stock option per la rete e i manager e approvato gli aumenti di capitale al loro servizio.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, si accende la sfida per il miglior portafoglio Esg

Banca Generali, raccolta al raddoppio ad aprile

Generali, premi da primato

NEWSLETTER
Iscriviti
X