Bce – Tassi invariati, non acquista debito

A
A
A
di Redazione 6 Maggio 2010 | 12:30
Il costo dell’Euro rimane al minimo storico, e Trichet ha chiarificato come non vi sia da parte della Bce l’intenzione di acquistare bond governativi. L’aiuto alla Grecia? Necessario.

Come ampiamente previsto dal mercato, la Banca centrale europea ha lasciato invariato all’1% il tasso di riferimento principale in Eurolandia.
Il Consiglio direttivo della Bce non ha apportato variazioni nemmeno al tasso sui depositi, fermo allo 0,25%, né a quello marginale, stabile all’1,75%.
Il costo del denaro in Eurolandia resta quindi al minimo storico.

Il presidente dell’istituto Jean Claude Trichet ha approfittato dell’occasione per commentare la situazione ellenica, chiarendo come da parte della Banca Centrale non vi sia intenzione di acquistare debito: “Nel caso della Grecia è stato necessario intervenire perché è una situazione di emergenza. E la nostra presa di posizione sui bond greci è stata dettata dal piano di austerity varato da Atene: non abbiamo discusso sull’acquisto dei bond governativi per questa ragione. La nostra priorità resta il mantenimento della stabilità dei prezzi”, ha affermato durante la conferenza.

Il presidente ha chiarificato che nulla è stato detto circa il tanto discusso default controllato di alcuni Stati dell’Europa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le tre variabili per la Germania

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Mercati: fin che la barca va…

NEWSLETTER
Iscriviti
X