Ipo Fideuram, c’è Hilmann & Friedman

A
A
A
di Marcella Persola 11 Maggio 2010 | 07:15
Dopo aver cercato l’accordo con Exor, ora Intesa Sanpaolo starebbe trattando con il famoso colosso finanziario americano per la cessione di una quota di Fideuram. Ma…

E ora entra in gioco un altro fondo di private equity. Dopo il corteggiamento di Exor che non ha portato a nessun accordo concreto, ora nella vicenda Fideuram entra in campo Hellman & Friedman (H&F), il colosso finanziario americano che prova ad allearsi con Fideuram.

Nel dettaglio, secondo quanto riporta oggi Il Messaggero, il fondo di private equity con sede a San Francisco sta negoziando l’acquisizione da Intesa di una quota di minoranza di Fideuram, ancora da definire in occasione del prossimo sbarco in Piazza Affari, atteso per il mese di giugno, ma non ancora confermate. Qualche settimana fa il settimanale Il Mondo aveva indicato come possibile sbarco le date del 7 e 8 giugno come periodo di offerta, ma la notizia non è stata confermata da Intesa Sanpaolo.

 

Secondo la ricostruzione del quotidiano romano la trattativa aperta, non sarebbe ancora messa a punto, né decisa anche perche’ Intesa Sanpaolo dovrà decidere la quota da collocare in Borsa. A cavallo dell’Ipo, Intesa potrebbe cedere a H&F una quota tra il 5-15% sulla base di una valutazione complessiva di Fideuram attorno a 3 miliardi di euro e il prezzo della possibile transazione potrebbe diventare il il punto di riferimento per la quotazione. Per il partner Usa si tratterebbe del debutto sul mercato italiano dove non ha mai investito.

 

 

Intanto la banca dei promotori finanziari del gruppo Intesa ha chiuso il primo trimestre del’anno con un utile netto in crescita del 30% a 63,5 milioni a fronte di una raccolta netta totale positiva per 495 milioni (21 milioni nello stesso trimestre del 2009) e una raccolta netta nel risparmio gestito positiva per 1,5 miliardi ripetto al saldo negativo di 242 milioni del 2009. ”I risultati del primo trimestre – ha commentato l’a.d. Matteo Colafrancesco – rappresentano un’ulteriore evidenza della solidita’ del modello di business di Banca Fideuram, in grado di generare importanti risultati in tutti i contesti di mercato”.

 


Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

IW Private Investment, un tris di nuovi ingressi tra i manager

Fideuram Ispb, un tris d’assi e tanti reclutamenti

IW Private Investments, la squadra si rafforza

NEWSLETTER
Iscriviti
X