Assicurativi in fibrillazione a Piazza Affari

A
A
A
Avatar di Redazione 13 Maggio 2010 | 10:30
In luce i titoli del settore, dopo i buoni risultati delle Generali. In Evidenza Unipol, che domani annuncerà il piano, e Vittoria, che ha presentato una trimestrale all’insegna della crescita. In controtendenza FonSai, che ha deluso il mercato chiudendo il trimestre con un rosso di 92,3 milioni. Ma per il 2010 annuncia un piano di riorganizzazione.

Assicurativi in fibrillazione a Piazza Affari, dopo i buoni risultati annunciati ieri dalle Assicurazioni Generali. Le azioni del Leone, dopo il top pick di metà mattina (+0,7%) retrocedono ora dello 0,19%. Il gruppo ha quintuplicato gli utili (per 527 milioni), grazie al contributo positivo del settore vita, e annunciato un 2010 all’insegna della crescita.

Giornata positiva anche per Unipol, che cresce dell’1,8%, nell’attesa dell’annuncio dei conti e del nuovo piano industriale, entrambi in calendario per domani. Vittoria Assicurazioni, dopo aver annunciato ieri sera una crescita del 34,9% della raccolta e 5,1 milioni di euro (+4,4%), prosegue positiva sul listino con un rialzo dello 0,48%.

Tutt’altra musica per Fondiaria Sai, che retrocede del 3,52%. Ieri sera la compagnia assicurativa ha comunicato i conti relativi al primo trimestre, che nonostante la crescita della raccolta (+36,5% a 3,4 miliardi di euro), ha chiuso con una perdita di 92,3 milioni di euro, in calo rispetto all’utile di 21 milioni del primo quarter 2009, a causa dell’aumento l’aumento dei costi complessivi (4,2 miliardi rispetto ai 3 miliardi dello scorso anno). A fronte di un 2010 che si annuncia “difficile e di stabilizzazione”, il gruppo ha annunciato di voler procedere ad una riorganizzazione industriale nel corso dei prossimi mesi per affrontare. Ciò implicherà anche la revisione di “alcune politiche, quali l’espansione all’estero, alla luce della necessità di capitale necessaria per avviare questo genere di iniziative”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X