Intesa Sanpaolo – Utile in calo del 36%

A
A
A
di Redazione 14 Maggio 2010 | 12:30
Cresce del 26,7% l’utile netto di Intesa Sanpaolo. Nel primo trimestre del 2010 la banca guidata da Corrado Passera ha registrato un utile di 688 milioni contro i 1,075 miliardi del primo trimestre del 2009.

Cresce del 26,7% l’utile netto di Intesa Sanpaolo. Nel primo trimestre del 2010 la banca guidata da Corrado Passera ha registrato un utile di 688 milioni contro i 543 milioni nel quarto trimestre del 2009 e in calo del 36% rispetto a 1,075 miliardi del primo trimestre del 2009.

In una nota la banca sottolinea che nel primo trimestre 2010 ha continuato ad attuare le linee d’azione aventi come obiettivo prioritario la redditività sostenibile determinata dalle scelte strategiche riguardanti non solo i ricavi e i costi ma anche la liquidità, la solidità e il basso profilo di rischio, che hanno contraddistinto la gestione del Gruppo soprattutto nel contesto di crisi dei mercati finanziari internazionali avviatasi dal secondo semestre 2007 e che si

confermano opportune anche alla luce delle recenti tensioni manifestatesi nell’area dei Paesi aderenti all’euro.
 

Le connesse politiche gestionali orientate al medio periodo hanno consentito al Gruppo di registrare nel primo trimestre del 2010 rispetto al corrispondente trimestre del 2009:

– ricavi in crescita, nonostante l’impatto negativo derivante dal progressivo calo dei tassi euribor, che hanno

raggiunto il minimo storico penalizzando il margine d’interesse, e dall’abolizione della commissione di

massimo scoperto, a fronte di politiche aziendali orientate a relazioni di lungo periodo con la clientela che

hanno condotto a una significativa ripresa delle commissioni;

– costi operativi in calo, in continuità con la tendenza che ha caratterizzato Intesa Sanpaolo nei tre anni

precedenti, ossia in tutti gli esercizi dalla fusione che ha costituito il Gruppo;

– rettifiche su crediti in linea, tenendo presente che il primo trimestre del 2009 aveva registrato un livello di

rettifiche significativamente inferiore – per quanto elevato – rispetto ai successivi trimestri dell’anno.
 

 

Il conto economico consolidato registra proventi operativi netti pari a 4.223 milioni di euro, in flessione dell’ 1,2% rispetto ai 4.273 milioni del quarto trimestre 2009 e in crescita del 4% rispetto ai 4.061 milioni del primo trimestre 2009.

Le commissioni nette sono pari a 1,403 miliardi, in flessione del 6,3% rispetto ai 1,497 miliardi del quarto trimestre 2009 e in aumento del 15,4% rispetto ai 1,216 miliardi del primo trimestre 2009. Il risultato della gestione operativa ammonta a 1,976 miliardi in crescita del 14,4% rispetto ai 1,727 miliardi del quarto trimestre 2009 e del 12% rispetto ai 1,764 miliardi del primo trimestre 2009, con un cost/income ratio nel primo trimestre 2010 in miglioramento al 53,2% rispetto al 59,6% del quarto trimestre 2009 e al 56,6% del primo trimestre 2009.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Illimity, la svolta bancaria

Azimut, alleanza con Passera

Passera in Borsa: per Illimity 280 milioni di utili nel 2023

NEWSLETTER
Iscriviti
X