Banche, blitz del fisco in 78 filiali

A
A
A
di Redazione 26 Maggio 2010 | 15:30
Il fisco lancia un’operazione di controllo antievasione in 16 banche.

Agenti della Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate hanno effettuato un blitz in sedici banche, per un totale di 78 filiali, e 2 fiduciarie italiane dislocate nelle regioni Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Lazio.
L’obiettivo dell’azione era verificare il rispetto degli obblighi di legge volti a garantire l’identificazione della clientela. L’obbligo di comunicazione ricade anche sulle filiali estere di operatori italiani e, ovviamente, su quelle italiane di operatori esteri. Gli intermediari rischiano per ogni omessa comunicazione sanzioni da 2.065 euro fino a 20.650 euro.

Nel mirino del Fisco si sono gli intermediari nazionali già emersi nel corso di attività contro l’evasione fiscale internazionale, le frodi Iva ‘carosello’ e il riciclaggio dei relativi proventi, individuati per essere stati utilizzati da contribuenti italiani per movimentazioni finanziarie illecite destinate a San Marino.
Il Fisco italiano vuole accertare l’esattezza e la completezza delle informazioni che gli intermediari sono tenuti a comunicare all’Archivio dei Rapporti finanziari la cui omissione da parte delle banche farebbe scattare indagini finanziarie e verifiche.

Ulteriore scopo delle attività in corso, oltre a contestare eventuali illeciti commessi dalle banche, è l’acquisizione di ogni utile informazione per il successivo sviluppo di indagini volte a “scovare” evasori e recuperare i capitali illecitamente portati all’estero.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute e fisco: un nuovo disegno di legge in Italia

Investimenti, NFT: lo stallo normativo e i nodi da sciogliere con il fisco

Criptoinvestitori, il fisco vi osserva

NEWSLETTER
Iscriviti
X