L’Abi scettica contro lo stop alle polizze-mutui di Isvap

A
A
A
di Redazione 28 Maggio 2010 | 09:45
Banche e assicurazioni lanciano l’allarme sul provvedimento con cui l’Isvap intende vietare agli istituti di vendere polizze su mutui e prestiti se il beneficiario è l’istituto stesso.

Banche e assicurazioni lanciano l’allarme sul provvedimento con cui l’Isvap intende vietare agli istituti di vendere polizze su mutui e prestiti se il beneficiario è l’istituto stesso. Ad alzare la voce è stata l’Abi, che a Milano Finanza ha dichiarato di essere stordita da queste nuove regole che rischiano di avere ricadute negative sui clienti: “l’obiettivo condivisibile di evitare il conflitto d’interesse allo sportello è stato affrontato con uno strumento sproporzionato”, hanno detto ieri dall’associazione.

A scaldare gli animi c’è poi il fatto che questa norma è stata inserita all’ultimo minuto in un documento che è rimasto in consultazione per mesi. Un colpo a sorpresa dell’Isvap, caldeggiato dall’Antitrust, che arriva dopo che l’istituto si era confrontato con gli operatori per ridurre le commissioni su questi prodotti.  Alcuni istituti stanno già meditando sulle contromosse da adottare e per superare l’ostacolo dall’Isvap la strada potrebbe essere quella di rendere beneficiario il cliente stesso. Due però, le incognite: il cliente potrebbe decidere di incassare il risarcimento senza rigirarlo alla banca. E in caso di decesso del cliente èer l’istituto sarebbe più lungo avere indietro il capitale a copertura della parte di mutuo o di prestito rimasto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Abi, elogi a Patuelli

Banche, i vizietti della pandemia

Vaccinati in banca. E i consulenti finanziari?

NEWSLETTER
Iscriviti
X