Promotori – Due milioni di euro e un addio

A
A
A
di Matteo Chiamenti 1 Giugno 2010 | 13:30
Radiazione del sig. Vincenzo Patacchia dall’albo unico dei promotori finanziari.

Questa volta non stiamo parlando di un professionista “marchiato” da una particolare appartenenza a una casacca (cosa che generalmente, e questo lascia perplesso, lascia nei lettori più disappunto rispetto all’illecito stesso), bensì di una persona capace di coinvolgere una pluralità di attori, involontari protagonisti della sua vicenda.

Il signor Patacchia è stato radiato in seguito alle seguenti specifiche:

– ha acquisito la disponibilità di complessivi 153.195,09 euro tramite negoziazione di 25 assegni bancari.

– acquisito disponibilità di due persone. Quest’ultimi hanno consegnato al promotore assegni bancari, al medesimo direttamente intestati, per complessivi 1.884.945 euro al fine di fornire la provvista necessaria a dare esecuzione alle operazioni di investimento in prodotti finanziari (“Schroder Top Balance”, “Area Team Equilibrio”, “Area Team Crescita”, “Area Team Movimento”, “Tripla Area”, “Trend Global” e “Vip Valor Fondo Hedge”), nell’ambito di un servizio di gestione di portafogli d’investimento “Area Banca” (poi Banca Network Investimenti) sottoscritto tramite il promotore, in realtà mai pervenuto all’Intermediario. Da verifiche effettuate da Banca Network Investimenti, è emerso che i signori in esame non sono mai stati clienti dell’Intermediario medesimo

ha comunicato o trasmesso a n. 14 clienti, nel periodo giugno 2006 – dicembre 2008, n. 37 rendiconti riportanti informazioni non rispondenti al vero, e ai due signori, nel periodo 2005 -2008, ulteriori n. 47 rendiconti riportanti informazioni non rispondenti al vero elaborati dal promotore su carta intestata Area Banca S.p.A. e Banca Bipielle.Net e inerenti alla situazione complessiva degli investimenti da quest’ultimi effettuati nonché agli specifici prodotti finanziari sopra indicati (“Schroder Top Balance”, “Area Team Equilibrio”, “Area Team Crescita”, “Area Team Movimento”, “Tripla Area”, “Trend Global” e “Vip Valor Fondo Hedge”);

ha omesso di eseguire operazioni d’investimento concordate con i clienti

Come spesso capita in questi casi, il sig. Patacchia non ha presentato deduzioni in merito ai fatti e alle circostanze contestate né ha presentato istanza di accesso o ha richiesto di essere audito. E, nel silenzio più totale, ecco arrivato a destinazione il consueto addio all’albo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, la Consob apre le verifiche

Generali, Consob: via libera all’Opa su Cattolica

Dws e N26, stretta della Consob tedesca

NEWSLETTER
Iscriviti
X