Intesa ridisegnata la rete internazionale

A
A
A
di Redazione 1 Giugno 2010 | 15:15
Intesa Sanpaolo ha recentemente ridisegnato la propria rete internazionale. Con la nuova Direzione Global Services il Gruppo bancario ha voluto dotarsi di una struttura ad hoc, in grado di garantire servizi e prodotti su misura.

Intesa Sanpaolo ha recentemente ridisegnato la propria rete internazionale. Con la nuova Direzione Global Services il Gruppo bancario ha voluto dotarsi di una struttura ad hoc.

La Direzione Global Services, guidata da Walter Ambrogi, attiva in 31 Paesi attraverso 2 banche corporate (Societe Europeenne de Banque e Intesa Sanpaolo Bank Ireland), 14 filiali corporate e 19 uffici di rappresentanza. La struttura coordina le attività di trade services in Italia e all’estero, le filiali corporate fuori dai confini nazionali e tutti i servizi dedicati all’internazionalizzazione delle imprese.

 

Per garantire un presidio integrato le Filiali Hub di Londra, Hong Kong e New York, svolgono il ruolo di coordinare commercialmente le strutture dislocate nel perimetro di riferimento. In particolare alla Filiale HUB di Londra fanno riferimento le strutture presenti in Europa e Africa, alla Filiale HUB di Honk Kong le strutture presenti in Asia e nell’Area del Pacifico e alla Filiale Hub di New York quelle presenti nelle Americhe. Inoltre, con l’obiettivo di assicurare il coordinamento dei diversi ruoli commerciali e operativi, relativi all’internazionalizzazione delle imprese, e’ stato creato il “Servizio Internazionalizzazione” all’interno della Divisione Global Services, che opera attraverso 5 Desk dedicati ad Asia, Cina, Euromed-Africa, Americhe ed Est Europa.

 

Intesa Sanpaolo, così come riporta una nota del gruppo, vanta una presenza internazionale diretta nel Centro-Est Europa e nel Bacino del Mediterraneo attraverso 11 banche controllate, presenti in 13 Paesi (Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Egitto, Federazione Russa, Grecia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Ucraina e Ungheria) con 8,5 milioni di clienti e 1.824 filiali, ha inoltre predisposto un ulteriore programma per sostenere l’internazionalizzazione che consentira’ di mettere a disposizione delle imprese italiane 4 mld euro quale importo massimo complessivo per linee di credito e finanziamenti dedicati.

 

Infine Intesa Sanpaolo e’ presente in Cina da quasi 30 anni con: 2 filiali corporate, a Shanghai e Hong Kong, 1 ufficio di rappresentanza a Pechino, il 40% in Sibac (Shanghai Sino Italy Business Advisory Company ltd.), il 19,99% in Bank of Qingdao, il 19,99% in Union Life, il 49% in Penghua Fund Management e Mandarin Capital Partners del quale è socio fondatore.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X