Isvap, un appello alle compagnie

A
A
A
di Redazione 7 Giugno 2010 | 09:00
È il momento di ritrovare la natura “assicurativa”, senza dimenticare la libera concorrenza

di Marcella Persola

Occhi puntati su Giancarlo Giannini e sul discorso che terrà in occasione della prossima relazione annuale. L’8 giugno il presidente di Isvap, infatti, presenterà una fotografia completa del mercato assicurativo e di quello che ha vissuto nel corso del 2009 e soprattutto dell’attività svolta dall’autorità di vigilanza. Sono molte le tematiche che potrebbero essere affrontate, dall’aumento delle tariffe nel segmento Rc Auto, al calo della redditività per le compagnie e per gli intermediari, fino alla concorrenza sul mercato assicurativo italiano. SOLDI ha contattato i maggiori rappresentati dei gruppi agenti per capire quali aspettative hanno nei confronti di questo discorso. Alessandro Lazzaro, presidente del gruppo Agenti Axa si aspetta che Giannini riprenda il mano “la proposta di cancellare il tacito rinnovo dai contratti Rc auto”. Anche perché le polizze Rc Auto continuano a essere il tallone d’Achille dell’industria assicurativa nostrana. Già recentemente l’authority aveva evidenziato che l’incremento delle tariffe era stato pari in media all’1,1% nel solo mese di aprile e che tale aumento se sommato agli ultimi registrati nel periodo da ottobre 2009 a gennaio 2010 portava l’incremento totale ben oltre la media del 10%. Sul fronte dei dati emerge che la raccolta premi totale realizzata è stata pari a 117,86 miliardi con un incremento del 28,1% rispetto al 2008. In particolare i premi del ramo vita pari a 81,12 miliardi hanno registrato un incremento del 48,7%, mentre i premi del segmento danni risultano pari a 36,74 miliardi, in flessione dell’1,9% rispetto all’anno precedente. Sull’evoluzione di questo comparto ha inciso in particolare l’andamento del settore Rc Auto che ha registrato una raccolta di 17 miliardi, il 3,4% in meno del 2008.
Dati preoccupanti dovuti soprattutto all’inefficienza delle compagnie. Francesco Saporito, presidente del gruppo agenti Unipol, si aspetta che ISVAP “inviti le compagnie a presidiare maggiormente il territorio” stesso invito che dovrebbe essere rivolto anche allo Stato.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Isvap, la crisi nel 2012 ha fatto bene al settore assicurativo

Assicurazioni, l’Isvap introduce l’obbligo di formazione per i membri dei cda

Assicurazioni, è conto alla rovescia per l’Ivass

NEWSLETTER
Iscriviti
X