La Bpm apre la trattativa con il Monte di Parma

A
A
A
di Redazione 9 Giugno 2010 | 10:15
L’istituto milanese vorrebbe anticipare l’offerta della Popolare di Vicenza, che si era detta interessata ad entrare nel capitale della banca emiliana. In gioco la quota del gruppo Sella, che punta a incassare 40 milioni di euro.

La Popolare di Milano riavvia la campagna di espansione e dopo aver sondato il Banco Popolare sulla Popolare di Cremona, muove più decisamente sulla Banca Monte di Parma per bruciare sul tempo l’inserimento della Popolare di Vicenza. E’ quanto riferisce questa mattina Il Messaggero, precisando che il cda della banca riunitosi ieri ha deciso di avviare una trattativ coi soci della banca parmense. Il presidente Massimo Ponzellini e il direttore generale Fiorenzo Dalu hanno avuto l’incarico di negoziare col gruppo Banca Sella l’acquisto di circa il 10% del capitale.

Nella trattativa la Bpm sarebbe affiancata dalla Rothschild che già l’assiste nella ricerca del partner di bancassurance. Alla delibera di ieri non avrebbe preso parte Beniamino Anselmi, consigliere Bpm, che rappresenta anche la fondazione di Piacenza e Vigevano nel Monte di Parma dove detiene una quota del 18%. Il gruppo Sella vorrebbe monetizzare la cessione del pacchetto allo stesso prezzo pagato all’ingresso, circa 40 milioni di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X