Vigilanza finanziaria Ue, tutto rimandato a lunedì

A
A
A
di Redazione 1 Luglio 2010 | 14:30
Si è svolta oggi la riunione straordinaria tra i vertici Ue per evitare l’allungamento dei tempi sul voto del pacchetto legislativo sulla vigilanza finanziaria.

E’ in corso una riunione straordinaria tra il commissario Ue al mercato interno, Michel Barnier, la presidenza belga della Ue e i rappresentanti dell’Europarlamento per scongiurare il rischio di un allungamento dei tempi del voto del pacchetto legislativo sulla vigilanza finanziaria a livello europeo.

Ancora non  è certo se la riunione avrà esito positivo ma se non dovesse passare in prima lettura, difficilmente le nuove norme potrebbero entrare in vigore dal primo gennaio 2011. Stando a fonti vicine al Parlamento UE, e riportate da Radiocor, i deputati dovrebbero votare mercoledì prossimo dopo un dibattito che si terrà martedì. Inoltre, “nel caso vi fosse una dichiarazione formale da parte del Consiglio di voler accettare la posizione del parlamento sui punti che restano aperti, allora il Parlamento sarebbe disponibile a rimandare il voto a settembre”.

Nel frattempo Barnier ha sottolineato che “non c’è alcun ritardo” anche se ha ammesso che occorre ancora discutere su alcuni punti per trovare una soluzione. “Sono i tempi della democrazia”, ha detto. “Spero che ci sia una decisione” positiva.

Da parte dell’Europarlamento l’accusa è al Consiglio: “Rischia di mandare in fumo il buon lavoro fatto finora, il Parlamento ha dimostrato la massima flessibilitá in fase di negoziato ma non accetterà di convergere su posizioni che di fatto sviliscono il testo nelle sue parti più ambiziose, quelle relative ai poteri da attribuire alle autorità di supervisione”, ha dichiarato Gianni Pittella, che si occupa del regolamento dell’autorità’ Ue dei mercati finanziari “L’auspicio dei parlamentari è che i governi si rendano conto dell’importanza di tale passaggio e accettino le nostre posizioni sui  punti ancora aperti del negoziato”.

Sempre secondo quanto riferito dalle fonti riportate dall’agenzia Radiocor, “la presidenza belga vuole fare di tutto per assicurare il via libera nella riunione d’emergenza fissata per lunedì sera a Strasburgo, prima del dibattito parlamentare”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cfa Sentiment Index: dato mensile in lieve miglioramento

Lettera aperta al presidente

Tutte le sfide del nuovo vertice

NEWSLETTER
Iscriviti
X