Stress test, Svizzera più severa

A
A
A
di Redazione 23 Luglio 2010 | 09:00
I regolatori elvetici puntano a battere l’Europa nella partita degli stress test. Secondo i banchieri quelli effettuati dalla Confederazione sarebbero “due volte più duri”. Secondo il Ft la pubblicazione potrebbe avvenire in concomitanza con quella degli altri paesi europei.

La Svizzera punta a battere l’Europa nella partita sugli stress test. E con un ottimo tempismo, si appresta a pubblicare i risultati dei test effettuati sui propri istituti di credito, che considera “due volte più duri” di quelli degli altri paesi europei. La Finma, il regolatore svizzero, ha smentito che la pubblicazione possa essere effettuata quest’oggi ma secondo indiscrezioni raccolte dal Financial Times l’obiettivo è quello di uscire in concomitanza con i risultati degli altri istituti europei, prevista per questa sera alle 18.30.

I test svizzeri, che secondo le attese dovrebbe confermare la solidità sia di Credit Suisse che di Ubs, prendono in considerazione 13 scenari, inclusi vari tipi di “market stress” come una crisi dei mercati emergenti, il collasso del mercato del credito e il crollo del Pil. Nonostante lo scetticismo dei mercati sulla bontà delle operazioni effettuate dagli istituti europei, i leader politici sono fiduciosi che i parametri utilizzati – come quello che prende in considerazione l’esposizione al debito dei paesi periferici a rischio – porteranno a dei risultati positivi per il mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X