Monte Parma, slitta a settembre la scelta del nuovo socio

A
A
A
di Redazione 30 Luglio 2010 | 07:30
Oggi vertice dell’istituto per fare il punto sulla questione. In pole Bpm, ma la fondazione non vuole cedere il controllo. Banca Imi sarà l’advisor per la scelta del nuovo partner strategico.

Sarà Banca Imi l’advisor di Banca del Monte di Parma per la scelta del nuovo partner strategico, i cui tempi di definizione però slittano a settembre. E’ quanto riporta questa mattina Il Messaggero.

Il consiglio della banca presieduto da Carlo Salvatori dovrebbe riunirsi oggi per fare il punto sugli assetti in relazione all’indicazione di Bankitalia di aprire il capitale a un nuovo socio. In pole resta la Popolare di Milano, che ha un’esclusiva per l’acquisto della quota del 9,9% posseduta da Sella holding. L’istituto meneghino vorrebbe però crescere fino al controllo nell’arco di un anno. Controllo che la fondazione Monte Parma, socio al 68%, non vorrebbe affatto cedere. L’ente parmense starebbe cercando dei partner locali da affiancare alla Bpm.

Bankitalia spinge per una risoluzione in tempi brevi ma data la pausa estiva tutto sarà rimandato a settembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X