Generali, utile a 873 milioni (+73,2%)

A
A
A
di Marcella Persola 5 Agosto 2010 | 13:00
Conferma il trend di crescita il gruppo Generali spinto soprattutto dal risultato operativo del segmento vita, il miglior semestre degli ultimi tre anni.

Conferma il trend di crescita il gruppo Generali. Il primo semestre per la compagnia triestina si chiude con un utile netto di 873 milioni, in crescita del 73,2% rispetto ai 504 milioni al 30 giugno 2009.

La performance è ascrivibile soprattutto al risultato operativo vita a 1,6 miliardi (+23,5%), il miglior risultato semestrale del segmento degli ultimi tre esercizi, che ha portato il risultato operativo complessivo a 2,2 miliardi (+14,5%, 1,9 miliardi al 30 giugno 2009). 

L’andamento è stato spinto soprattutto dalla raccolta netta sale che è salita a 9,6 miliardi con un incremento del 34,4% rispetto a 7,1 miliardi del primo semestre del 2009. Difficoltà invece nel ramo danni ove la raccolta è stat di 663 milioni, in calo del 6,6%. Peggiora anche il combined ratio che passa al 98,8% rispetto ai 97,9% del primo semestre 2009. Sul danni e sul combined ratio ha pesato soprattutto il verificarsi di diversi eventi catastrofali. 

 “Si tratta di un risultato molto positivo, anche in una logica comparata, tanto più apprezzabile perché conseguito in un contesto di non cessate difficoltà dovute agli effetti della crisi finanziaria globale. Premia l’impegno e le capacità di coloro che lavorano nella Compagnia” ha dichiarato il presidente Cesare Geronzi ” Questo risultato costituisce uno sprone a fare ancora meglio, soprattutto sul versante delle iniziative di razionalizzazione e dell’efficienza operativa – già ad un alto livello se confrontato con i competitors – in particolare nel ramo danni. Il Gruppo potrà poi giocare un ruolo importante nell’ambito della tutela del risparmio, per le prospettive – ricavabili dalla stessa semestrale – che si aprono per rispondere ai crescenti bisogni di sicurezza e di

investimento nel futuro. Il Gruppo è solido e dotato di una buona governance probabilmente ancora da affinare. In sintesi, come stiamo facendo, bisogna dedicare tutte le energie per rafforzare ancora competitività e redditività”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Sella, nuova partnership nella bancassurance

Consulenza finanziaria: perché una polizza assicurativa è un ottimo regalo di Natale

Polizze assicurative, ecco cosa gli italiani cercano davvero

NEWSLETTER
Iscriviti
X