Doris fa pulizia in cassaforte

A
A
A
di Andrea Giacobino 3 Aprile 2017 | 08:30
Il fondatore di Banca Mediolanum fonde la H-Eli nella H-Invest, sua holding principale.

Ennio Doris (nella foto) fa ordine nelle sue casseforti. Qualche giorno fa, infatti, è stato depositato il progetto di fusione per incorporazione di H-Eli srl in H-Invest spa, holding principale del fondatore di Banca Mediolanum. “La fusione – si legge nel documento dell’operazione – permetterà di addivenire alla concentrazione del patrimonio e delle attività in un’unica società”. Poiché l’incorporante è proprietaria dell’intero capitale dell’incorporanda, la fusione avviene senza concambio.

H-Eli era stata costituita nell’agosto del 2015 a Milano, davanti al notaio Chiara Trotta, da Maurizio Carfagna, già banchiere, consigliere di Mediobanca e Banca Esperia, e da sempre vicino alla famiglia dell’imprenditore di Tombolo. La società aveva come oggetto “la compravendita, il noleggio, la locazione e la sub locazione non finanziaria di aeromobili”, “la gestione di aeromobili propri e di terzi nonché il loro brokeraggio”, “l’esercizio del volo aereo e il trasporto aereo commerciale di cose e persone “, nonché “la gestione diretta di officine di manutenzione, riparazione, revisione e collaudo di aeromobili”. Consiglieri della newco erano lo stesso Carfagna e Renzo Rizzardi, conterraneo e coevo di Doris.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Flowe (gruppo Mediolanum) si accorda con Mooney

Banca Mediolanum, i perché della fine di un’era

Reclutamenti, Mediolanum domina. Per Fideuram uscite in doppia cifra

NEWSLETTER
Iscriviti
X