Mps, la filiale diventa ecologica

A
A
A
di Matteo Chiamenti 10 Settembre 2010 | 10:30
Banca Monte dei Paschi di Siena continua a firmare iniziative finalizzate a migliorare il benessere ambientale delle proprie dipendenze operative.

Dopo la realizzazione della filiale ecologica di Castelnuovo Berardenga, primo esempio nel panorama italiano di dipendenza bancaria ecosostenibile in grado di raggiungere un risparmio energetico del 30% rispetto ad una struttura tradizionale, l’impegno della banca al rispetto del territorio è stato tradotto all’interno di un progetto strutturato.
 
Il piano degli interventi si propone di sviluppare i principi che hanno ispirato alcune recenti iniziative targate Montepaschi, come l’innovativa copertura di Palazzo Strozzi a Mantova integrata con  pannelli fotovoltaici, i bancomat solari che sfruttano l’energia rinnovabile del sole per il loro funzionamento, il punto di consulenza presso il Centro Commerciale di Prato Ovest allestito con componenti integralmente derivati dal riciclo di materiali di recupero.
 
ll prossimo obiettivo su cui si concentra la missione ecologica del Gruppo Montepaschi riguarda la riqualificazione dal punto di vista energetico della filiale di largo Cairoli a Milano, ispirata al concetto della sostenibilità ambientale dell’intero processo, dalla concezione, alla progettazione, fino alla realizzazione e collaudo, proseguendo poi, in fase di gestione, con un programma di manutenzione all’insegna dell’ecocompatibilità. Nel cuore finanziario della piazza milanese, su quello che sarà uno dei due assi  di collegamento tra il centro della città e il quartiere Rho-Pero, sede nel 2015 dell’Expo mondiale, la dipendenza di Banca Mps vuole rappresentare un modello ad alti contenuti educativi, non solo per clienti e dipendenti ma per l’intera cittadinanza. Il progetto, sviluppato da Paschi Gestioni Immobiliari, prevede l’utilizzo di materiali e soluzioni impiantistiche che saranno condensate in un progetto integrato votato a realizzare un edificio a basso impatto ambientale, capace di sfruttare le risorse rinnovabili presenti nel sito.
“Le tecniche di riqualificazione della dipendenza di Milano – afferma Marco Baldi, direttore generale di Paschi Gestioni Immobiliari – mirano a coniugare le esigenze funzionali tipiche di una sede operativa con il rispetto del territorio e la tutela delle risorse naturali. Attraverso un equilibrato connubio tra tecnologie innovative e tradizionali, sarà possibile abbattere in maniera significativa i consumi e quindi limitare l’ impatto ambientale della struttura “.

Il progetto di riqualificazione prevede contestualmente la realizzazione di uno studio, condotto su un campione di immobili situati nell’area metropolitana di Milano che permetta di realizzare un “modello” in grado di individuare le priorità di intervento sugli immobili del Gruppo Montepaschi suscettibili di adeguamenti impiantistici e manutentivi, per raggiungere elevati standard di benessere ambientale e limitare le emissioni in atmosfera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: Mps rivuole parte dello stipendio dell’ex ad Viola

Unicredit-Mps, le nozze costano 7 miliardi

Mps, private e corporate insieme in una nuova divisione

NEWSLETTER
Iscriviti
X