Reyl & Cie diventa banca

A
A
A
di Biagio Campo 3 Novembre 2010 | 08:00
La società svizzera ha ottenuto ieri la licenza bancaria dalla FINMA, e prosegue il progetto di crescita a livello internazionale.

Rientrante fino ad ora nella categoria dei commercianti di valori mobiliari, Reyl & Cie SA ha ottenuto ieri dalla FINMA, l’autorità federale svizzera di vigilanza sui mercati finanziari, la licenza bancaria, diventando una banca a pieno titolo, pur mantenendo la stessa ragione sociale.

Preparato da diversi mesi, il conseguimento della licenza segna una tappa importante nella storia di questo gruppo familiare, fondato a Ginevra nel 1973 da Dominique Reyl.
“Con il rilascio della licenza bancaria, la FINMA attesta la nostra solidità ed affidabilità”, come spiega con soddisfazione François Reyl, Chief Executive Officer; “per l’organizzazione ed i metodi di lavoro si tratta di una vera consacrazione, un premio al dinamismo, la capacità innovativa e lo spirito imprenditoriale che abbiamo saputo sviluppare”.

Per il Gruppo Reyl, che amministra patrimoni per un totale di circa quattro miliardi di franchi Svizzeri, la licenza bancaria sancisce anche l’ambizione di esprimere una visione moderna della banca, più vicina al contesto e agli attori con i quali opera. “Vogliamo proporre ai clienti un nuovo approccio alla professione di banchiere, per questo il nostro impegno è volto a proporre servizi altamente personalizzati e prodotti ad alto valore aggiunto, capaci di rispondere alle esigenze dei clienti, alla complessità delle loro attività e diversità degli stili di vita”.

La licenza bancaria svolgerà un ruolo essenziale nello sviluppo internazionale del Gruppo, interessato ad espandersi in nuovi territori e segmenti di clientela. Già presente a Parigi e Lussemburgo, nella primavera 2010 la società ha inaugurato una sede a Singapore e nel 2011 prevede l’apertura di un ufficio a Zurigo.

Con l’ottenimento della licenza non verranno tuttavia modificate le tre principali linee di business del gruppo, ovvero la gestione di portafogli, i fondi comuni di investimento, attraverso l’unità dedicata Reyl Asset Management, ed infine l’attività di ufficio privato svolta da Reyl Private Office.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Dnca in cima ai paesi nordici

Top 10 Bluerating: i metalli WisdomTree sbaragliano tutti

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

NEWSLETTER
Iscriviti
X