Banche, raccolta +49%, sofferenze +32,6%

A
A
A
di Gianluca Baldini 22 Novembre 2010 | 16:15
Secondo il bollettino mensile dell’Abi, la raccolta delle banche italiane è cresciuta così come si è registrata una lieve accelerazione dei prestiti.

Accelerano i prestiti e la raccolta delle banche italiane ad ottobre. È quanto emerge dal Bollettino mensile dell’Abi. La dinamica dei prestiti, in particolare, ha manifestato, un’ulteriore lieve accelerazione: sulla base di prime stime i prestiti a residenti in Italia al settore privato hanno segnato un tasso di crescita tendenziale pari a +5,4% (+4,6% a settembre 2010 e +0,1% ad ottobre 2009; si è tornati sui livelli di crescita di ottobre 2008.

Le prime stime mostrano anche una lieve accelerazione della dinamica della raccolta del totale delle banche italiane: il tasso di crescita tendenziale è risultato pari al +4,9%, (+4,1% a settembre 2010 ed +9% ad ottobre 2009). Più in particolare, la raccolta bancaria è risultata pari a 2.171,5 miliardi di euro. Nel corso dell’ultimo anno lo stock della raccolta è aumentato di quasi 95 miliardi di euro.

Nuova crescita delle sofferenze bancarie, legata soprattutto alle difficoltà dell’economia. A settembre – secondo il bollettino mensile dell’Abi sui mercati finanziari e creditizi – le sofferenze lorde sono state pari a 72,9 miliardi, circa 1,7 miliardi in più rispetto ad agosto e 18 miliardi in più rispetto a settembre del 2009, con un +32,6% su base annua (ma per il terzo mese consecutivo c’è stato un rallentamento della crescita). In rapporto agli impieghi, a settembre le sofferenze sono pari a quasi il 4%, in forte crescita rispetto al 3,1% di un anno prima. Le sofferenze al netto delle svalutazioni sono state pari a 42,5 miliardi, 1,446 miliardi in più nel confronto con agosto e circa 10,5 miliardi in più su base annua (+33,2%). Il rapporto tra sofferenze nette e impieghi totali – conclude il report di Palazzo Altieri – si è collocato al 2,26% (1,83% a settembre dell’anno scorso), mentre il rapporto tra sofferenze nette e capitale e riserve è stato pari all’11,78% (a settembre dell’anno scorso era 10,93%). 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X