Wikileaks, ora le banche nel mirino

A
A
A

Si prospettano rivelazioni su un importante istituto americano.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti30 novembre 2010 | 10:30

Diciamocelo pure, le rivelazioni diplomatiche di Wikileaks si sono rivelate un mezzo flop. Non tanto nel senso, ovvero nel loro mostrare la mediocrità del sistema e di buona fetta degli uomini che lo governano, piuttosto nella totale mancanza di effetto sorpresa, perché si sa, orami questo è un pensiero comune a tutte le persone dotate di raziocinio.

Fatto sta che ora il nuovo obiettivo sembrano essere le banche internazionali e con loro i consueti cravattoni che le gestiscono. Come riporta il Corriere della Sera, Julian Annange si è così espresso ai microfoni di Forbes: “All’inizio del prossimo anno una grande banca americana si ritroverà turned inside out(rovesciata). Decine di migliaia dei suoi documenti verranno pubblicati su Wikileaks, al di là delle richieste dei manager o altri avvertimenti.  La pubblicazione metterà a nudo i segreti della finanza sul web, a vantaggio di ogni cliente, concorrente, o legislatore”.  Insomma, si annunciano rivelazioni “È una grande banca americana?”, gli viene chiesto. “Sì”, risponde Assange. “Non vi dirò di più. Esporrà i livelli esecutivi in un modo che stimolerà indagini e riforme. Presumo”. Manager corrotti? Piani alti che si intascano superbonus? Risparmiatori indirizzati verso prodotti spazzatura ma profittevoli (per la banca)? Chissà se questa volta si riuscirà a uscire dal vortice dell’acqua calda.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Intesa Sanpaolo, un nuovo contratto per bancari e consulenti

Una Fideuram da record

Repulisti in casa Ubi Banca

Banco Desio, una semestrale all’insegna della solidità

Addio a uno dei pionieri nella gestione di fondi di private equity

Banca Generali, gestito e assicurativo fanno bella la raccolta

Semestrali, Widiba sfonda il breakeven

Intesa Sanpaolo, wealth management in chiaroscuro

Reclutamenti, la squadra di Rebecchi è al top

Ti può anche interessare

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Ci si riempie spesso la bocca con l’importanza delle competenze. Ma quando si cambia casacca cosa ...

UniCredit, cessione di npl in Bulgaria

Operazione da 84 milioni di euro sui crediti sofferenti per il gruppo guidato da Jean Pierre Mustier ...

Bim boccia il prezzo dell’opa

Decisione unanime del consiglio. Che coopta Colafrancesco (ex Fideuram Ispb) con deleghe ...