Promotori, le big cambiano strategia

A
A
A
di Matteo Chiamenti 28 Dicembre 2010 | 10:30
I grandi gruppi regalano sorprese.

Mediolanum, Fideuram e Fineco, sono loro le prime tre reti italiane pr consistenza d’organico, rispettivamente con 4.690, 3.107 e 2.288 promotori. Realtà che si sono solitamente spartite il grosso della raccolta nostrano, mese dopo mese. Ebbene i dati Assoreti di novembre mostrano una realtà per certi versi sorprendente.

Mediolanum, una realtà che quasi costantemente si pone al vertice degli afflussi, porta a casa “solo” un quarto posto con 89,9 milioni di euro, Fideuram non va oltre il quinto posto con 73,5 milioni di euro, mentre Fineco viaggia addirittura in territorio negativo con 13,4 milioni di riscatti. Insomma, i big per lo meno a livello di raccolta aggregata, hanno stentato (a novembre). Va però aggiunto che Mediolanum ha ottenuto il migliore risultato nel comparto fondi e sicav (176,8 milioni di raccolta) seguita a ruota proprio da Fideuram (148,6 milioni) e, udite udite, Fineco (70,6 milioni di euro). Una casualità o il segnale di un riposizionamento strategico dei “grandi” sul gestito a scapito della liquidità (non a caso queste tre realtà regalano i maggiori deflussi proprio su questa categoria) ? Attendiamo le risposte di dicembre

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X