Abi “Le banche commerciali hanno sofferto meno”

A
A
A

Le banche commerciali, quelle la cui attività principale è il finanziamento del’economia e la raccolta del risparmio, sono state meno colpite dalla crisi finanziaria.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti29 dicembre 2010 | 12:30

E contrariamente a quanto sostiene il Comitato di Basilea il rafforzamento patrimoniale non è uno scudo anti-crisi. A rivelarlo è uno studio dell’Associazione bancaria italiana che analizza i fattori che hanno ridotto la probabilità per una banca di sperimentare la crisi finanziaria del 2008. Secondo lo studio – si legge in una nota dell’Abi, ripresa dall’Ansa – «gli istituti meno coinvolti dalla recente crisi finanziaria sono stati quelli più concentrati, con maggiore redditività derivante dall’attività di raccolta del risparmio e di finanziamento dell’economia e con articolate regole di vigilanza. Date anche le caratteristiche della crisi, il livello del capitale non è risultato determinante».

Dato, quest’ultimo, che appare in aperto contrasto con le nuove regole di Basilea 3 che mirano invece proprio al rafforzamento del capitale. Secondo l’Abi «l’indicatore che approssima il Pillar 3 di Basilea (cioè l’informativa ai mercati) è correlato negativamente con la probabilità di crisi; mentre l’indicatore che approssima il Pillar 1 (cioè i requisiti patrimoniali) non è mai statisticamente significativo nel ridurre la probabilità di crisi». Lo studio su 83 sistemi bancari sia emergenti che sviluppati fra il 1998 e il 2008 – spiega l’Abi – analizza le variabili che spingono il Fondo Monetario Internazionale a classificare un settore bancario come in stato di crisi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le pagelline dei conti delle reti (quotate)

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

Finanziamenti, nel 2018 piccolo è meglio

Banche, quanti tagli alle filiali

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Ti può anche interessare

Consulenti, usate la testa

Il mondo della consulenza è in “fermento” e i professionisti devono prepararsi a sopravvivere a ...

Banche popolari, crescono i finanziamenti a imprese e famiglie

Da inizio anno il flusso di nuovi finanziamenti alle piccole e medie imprese clienti è stato pari a ...

SocGen: “La fusione con UniCredit? Per ora non se ne parla

Il gruppo francese ha smentito che il cda si stia occupando della questione ...