Consulenti – Puddu, un appello a Berlusconi

A
A
A
di Matteo Chiamenti 31 Gennaio 2011 | 09:30
Giannina Puddu, presidente di Assofinance, si esprime sulle ultime vicende politiche del nostro paese tramite una lettera aperta sul nostro sito.

Signor Presidente Berlusconi,
Dopo aver visto l’ultima puntata di Ballarò, ho pensato di non poterne più. Non di Ballarò trasmissione RAI condotta da Floris, ma dei temi che tratta con insistenza. Non ne posso più della superficialità, della leggerezza e dell’assoluta disinvoltura con cui vedo trattare e ritrattare questioni di nessuna concreta rilevanza ignorando, completamente, le concrete priorità nazionali. Basta anche con la questione Fini-Montecarlo. E’ ora di cessare l’attacco agli avversari politici su questo fronte. E’ necessario spegnere i riflettori accesi, da troppo tempo, sulle nostre miserie. E’ necessario riportare il confronto sul terreno Politico rifiutando il confronto sulla mediocrità. I temi che affollano i media sono competenza della magistratura che dovrebbe agire con discrezione, sobrietà, imparzialità e professionalità.  Non ho mai votato per lei, ma poichè la maggioranza degli italiani le ha consegnato la guida del nostro paese lei, oggi, è anche il mio Presidente del Consiglio. Non trovo, nel centro-sinistra un leader degno di sostituirsi a lei così come non vedo un programma di governo chiaro e utile al presente ed al futuro del nostro paese. Non trovo, nel centro-sinistra, la volontà e la determinazione politica necessaria a far ripartire il nostro sistema economico. Non mi piacciono gli attacchi plateali e sistematici della magistratura verso la sua persona. Non li condivido e li censuro perché, anzichè rafforzare l’Italia, la indeboliscono ulteriormente. Premesso che, nei limiti della legalità, nella sua vita privata lei può fare ciò che vuole come chiunque, non mi piacciono i suoi passatempi sessuali. Le dico questo perchè credo che veramente lei trascorra una parte del suo tempo in compagnia di “amici” scrocconi e infidi e di signore/signorine di basso profilo morale e intellettuale disposte a tutto pur di sfilare dalle sue ricche tasche soldi e vantaggi di ogni tipo. Qual è il suo problema? Quale vuoto lei cerca, disperatamente, di colmare? Lei ha i suoi figli! Lei ha i suoi nipoti! Lei ha proprietà immense! Lei ha raggiunto un grado di successo imprenditoriale altissimo! Spero e voglio credere che tra la folla dei sedicenti amici che la circondano ci sia almeno un amico vero. Sarebbe meglio se fossero almeno due.. Li individui e si faccia aiutare. Lei ha, anche, una certa età e, comunque, potrebbe vivere, ancora, per molti anni! Lei ha in mano il futuro dell’Italia, la sua sfida più grande. Tenga stretta la guida ed eviti di riportare il paese al voto. Chi spinge, oggi, per nuove elezioni persegue un fine personale anzichè un fine collettivo, nazionale. Lei deve arrivare alla fine naturale della sua legislatura. Solo a quel punto sarà corretto tornare a votare, non prima. Gli italiani non sono marionette da chiamare al voto ogni volta che a qualcuno pruda il bisogno.. Se fossimo ricondotti ad elezioni politiche perderemo del gran tempo bruciando un sacco di soldi [che non abbiamo..] e inutilmente dal momento che, con molta probabilità, lei sarebbe rieletto. Se anche lei perdesse avremo un governo alternativo caratterizzato da una drammatica e pericolosa fragilità perché la sua controparte politica non è pronta all’alternanza. Durerebbe poco e tutto sarebbe, ancora, da rifare. Nel frattempo l’Italia andrebbe a picco. Cosa intende fare? Vuole occuparsi del suo paese o no? Vuole vincere o perdere la sfida più grande della sua vita? Ripulisca la sua casa! Stacchi le sanguisughe! Apra le porte ai tecnici ed agli intellettuali di valore e li impegni nella scrittura del progetto di rilancio economico del nostro paese. Accenda le telecamere e trasmetta l’operosità del Nuovo Tavolo di Lavoro per l’Italia, all’Italia e al mondo perché possano ammirare il genio italico.  E’ urgente! Pretenda l’innovazione del business sfruttando i punti di forza italiani, superando i vecchi modelli industriali che ci vedono già soccombere nel confronto imposto dalla globalizzazione. Valorizzi il nostro patrimonio artistico, storico e naturale trasformandolo in una gigantesca fonte economica. Cosa farebbero gli americani se avessero le nostre risorse? Avvii, anche, la nuova Industria della Ricerca Italiana. La Ricerca può essere una grande industria profittevole. Il nostro paese è ricco di talenti che sarebbe ora di spendere in casa. Lei lo può fare. Le sue capacità sono straordinarie, le metta al servizio del nostro paese. Lasci perdere gambette, boccucce e sederini! La sua virilità è già stata dimostrata ampiamente mentre deve ancora dimostrare di essere un leader politico da 10 e lode. Solo dopo aver superato questa prova lei potrà puntare al Colle ed a quel punto, io socialista che amava Pietro Nenni, potrei applaudirla con entusiasmo, guardando rifiorire l’Italia. Con i migliori auguri!
Giannina Puddu – Cittadina Italiana

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Lady Doris, una plus di 70 milioni

Fisco, tutte le novità del decreto per i consulenti

Azimut, il migliore private & wealth management

NEWSLETTER
Iscriviti
X