Anasf, carta d’identità e profilo di chi tutela i promotori finanziari

A
A
A
di Redazione 3 Marzo 2011 | 12:30
L’associazione, fondata nel 1977, ha promosso la nascita dell’albo nel ‘91

 Anasf, Associazione Nazionale Promotori Finanziari, è l’unica Associazione di categoria che rappresenta esclusivamente promotori finanziari. L’Associazione è stata fondata nel 1977 dagli operatori allora definiti “consulenti finanziari”, con l’obiettivo principale di ottenere il riconoscimento e la tutela della professione mediante l’istituzione di un Albo, che è poi stato istituito con la Legge n. 1/1991.

L’Associazione ha lo scopo di:
– tutelare gli interessi morali e professionali dei Promotori Finanziari, valorizzando l’immagine della categoria nei confronti dei risparmiatori, degli intermediari, delle istituzioni e dell’opinione pubblica in generale; anche mediante l’assunzione di iniziative giudiziarie a tutela della categoria;
– tutelare gli interessi economici dei promotori finanziari; individuare, definire, sviluppare e monitorare istituti contrattuali “fondamentali” per la categoria; promuovere e stipulare accordi e contratti collettivi; favorire la conclusione di contratti aziendali;
– prestare agli iscritti consulenza in materia legale/contrattuale, fiscale e previdenziale concernente la loro attività professionale;
– contribuire alla formazione ed all’aggiornamento professionale degli iscritti; promuovere e sostenere Corsi e indirizzi di laurea, nonché Master o altre attività formative post laurea o comunque di alta qualificazione, specifici per la professione; favorire inoltre la preparazione degli aspiranti Promotori alla prova valutativa per l’iscrizione all’Albo;
– promuovere forme di coordinamento e collaborazione con le organizzazioni rappresentative degli altri operatori del mercato finanziario a livello nazionale, europeo ed internazionale;
– promuovere un Registro Unico Europeo degli Operatori del settore con un comune Codice Deontologico, comuni verifiche di professionalità, comuni garanzie per i risparmiatori e che consenta di operare in base al principio della reciprocità.
 
M. C.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Conte (Anasf): “I consulenti finanziari vettori dello sviluppo”

Consulentia22, tutto sull’ultima giornata

Consulentia22: di nuovo in pista. Ecco la seconda giornata

NEWSLETTER
Iscriviti
X