Promotori fantasmi

A
A
A
di Redazione 10 Marzo 2011 | 10:45
In tanti risultano operativi solo formalmente e non si dimettono. Così, non si perdono i bonus

Che quasi metà dei promotori iscritti all’Albo PF risulti senza mandato è un fatto noto e sul quale ancora di recente Bluerating ha avuto modo di gettare luce su chi sono e cosa facciano in realtà quei circa 20 mila promotori che ormai costantemente, da un decennio, risultano privi di un mandato. Ma qualche lettore di Bluerating segnala un fenomeno molto diverso, che sembrerebbe colpire alcune società più di altre, quello di PF che solo formalmente risultano ancora operativi presso le singole strutture territoriali, ma di fatto non lo sono.

“Solo in Liguria, da dove vi scrivo, i promotori sono meno della metà”, scrive un nostro lettore riferendosi a una nota società italiana, “di quelli che risultano alla società e in Consob”. Secondo il nostro interlocutore la differenza sarebbe legata ad una pratica manageriale consistente nello spingere i PF a non formalizzare le dimissioni, “con minacce più o meno esplicite”, al fine di non perdere i bonus manageriali. Poi, con un outing che sarebbe clamoroso se non fosse una fonte anonima, il nostro lettore ammette: “solo io ne ho 12, nel mio gruppo, che fanno altri lavori ma che ho gentilmente invitato a soprassedere dal dare le dimissioni”.
Un comportamento isolato, un caso che riguarda una o più reti specifiche o che colpisce maggiormente alcune regioni del paese rispetto ad altre, o si tratta di una pratica diffusa? Ai nostri lettori la risposta, in base alle esperienze dirette di ciascuno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X