Promotori – Mps, crescono i profitti della rete

A
A
A
di Redazione 29 Marzo 2011 | 09:00
Mps ha chiuso il 2010 con un utile netto di 985,5 milioni di euro, compresa la plusvalenza di circa 405 milioni di euro relativa all’operazione di valorizzazione di parte del patrimonio immobiliare strumentale.

L’utile è in rialzo rispetto ai 220,1 milioni dell’anno precedente, Il Cda della banca senese ha poi deciso di proporre un dividendo pari a 0,0245 euro per azione ordinaria.Nel 2010 È più che raddoppiato il risultato operativo netto di Mps (945,9 milioni euro; +104,6%) mentre il Tier I ratio è all’ 8,4% (non comprensivo del beneficio di atteso di circa 40 bps derivante dall’operazione di valorizzazione degli immobili già effettuata). L’utile netto del quarto trimestre è di 628,6 milioni di euro a fronte di una perdita di 181,3 milioni dello stesso periodo del 2009. Il margine di interesse è di 3.591,7 milioni di euro (+0,4%) mentre le commissioni nette (1.911,5 milioni) sono in crescita del 3,8% sul 2009. Si riducono poi i costi operativi per il quarto anno consecutivo. Nel 2010, gli oneri operativi si riducono del 5,2% rispetto al 2009 e rosegue la riorganizzazione complessiva della rete commerciale e delle strutture della capogruppo che determinerà, entro il 2013, una ulteriore riduzione strutturale dei costi per circa 180 milioni e, spiega la banca, una importante crescita della profittabilità delle rete.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, chiesta nuova condanna per Mussari

Banche, Mps: proseguono contatti con le autorità sul Piano Industriale

Mps, due soluzioni per renderla appetibile

NEWSLETTER
Iscriviti
X