BoA, Morgan Stanley e Goldman Sachs nel mirino Usa

A
A
A
di Redazione 17 Maggio 2011 | 09:00
Tre fra le principali banche americane sono finite sotto la lente della giustizia Usa per il ruolo svolto nella crisi del 2008, scatenata dai mutui ad alto rischio, i cosiddetti subprime.

Secondo quanto riporta il sito del ‘New York Times’, ripreso da Adnkronos, la procura generale di New York ha chiesto informazioni a Bank of America, Morgan Stanley e Goldman Sachs per le «operazioni sui mutui effettuate durante il boom creditizio, indicando l’esistenza di una nuova indagine sulle pratiche che hanno contribuito a miliardi di perdite» sui mercati.

Secondo quanto affermano fonti anonime vicine al caso, citate dal quotidiano Usa, alcuni «funzionari dell’ufficio di Eric T. Schneiderman hanno chiesto inoltre di incontrare rappresentanti di Bank of America, Goldman Sachs e Morgan Stanley». L’indagine appare molto ampia, coprendo varie operazioni sui mutui ad alto rischio, che venivano accorpati in titoli da collocare sul mercato come fondi pensione, fondi comuni e assicurazioni alle compagnie.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X