Consulenti – Albo, i possibili scenari alternativi

A
A
A
di Redazione 3 Giugno 2011 | 10:00
Se l’Albo non dovesse partire ecco le alternative.

di Giannina Puddu

Soluzione auspicata: il Ministro Tremonti decide per il finanziamento,
a cura del MEF, della start-up dell’Organismo sulla base
delle esigenze emerse dal tavolo di lavoro sapientemente organizzato
e gestito da Consob Milano. Confidiamo, innanzitutto, in questa
ipotesi ritenendo che la sensibilità politica del Ministro sia tale
da indurlo a spendere 2 milioni di euro, per finanziare la concreta
applicazione dell’art. 47 della nostra Costituzione.

Possibili Soluzioni alternative:

1. utilizzo dell’Organismo dei Promotori Finanziari anche per le
funzioni – assolutamente analoghe dal punto di vista tecnologico
ed operativo – di vigilanza e tenuta dell’Albo; a tal fine si dovrebbe
formalmente ricostituire l’Organismo (in quanto quello dei
Promotori è nella sostanza riferibile alle diverse Associazioni di
categoria di settore) e prevedere due direzioni tecnicamente separate
e totalmente autonome;

2. fissare un termine perentorio a carico della Consob per l’avvio
dell’Albo dei Consulenti come era precedentemente previsto dalla
legge 194/2009.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X