Un altro promotore che truffava i clienti

A
A
A
di Redazione 1 Settembre 2011 | 16:00
Il pf bolognese che ha lasciato a mani vuote amici e clienti che gli avevano affidato i loro risparmi lavorava presso…

Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Un detto a cui avrebbero fatto bene ad attenersi gli amici e conoscenti di Gianni Pedrazzi, promotore finanziario bolognese della Banca Network Investimenti, che si sono trovati con in mano un pugno di mosche dopo avergli affidato i risparmi di una vita.

Accusato di essersi appropriato di quasi un milione e trecentomila euro, il pf 52enne ha confessato alla Finanza, come riporta il Corriere di Bologna, di aver fatto “investimenti sbagliati, spostavo il denaro da un conto a un altro ma poi non sono più riuscito a rientrare”.

Il buco milionario è venuto alla luce a febbraio, quando un amico e cliente, un ex dirigente d’azienda, ha chiesto a Pedrazzi di rientrare di parte del denaro che gli aveva affidato: 500 mila euro tra liquidazione e risparmi, che negli anni sono diventati 900 mila. Ne è seguita una pioggia di denunce e ora per il pf si profila un processo per appropriazione indebita e falso in scrittura privata.

Il pm Giampiero Nascimbeni, che ha notificato l’avviso di fine indagine, accusa Pedrazzi di aver fornito ai clienti falsi prospetti d’investimento utilizzando i moduli della banca: gli assegni dei clienti, sostiene l’accusa, sarebbero finiti sul suo conto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X