Mussari, il downgrade di S&P non avrà effetti gravi sul sistema bancario

A
A
A
di Redazione 22 Settembre 2011 | 10:23
Per il presidente dell’Abi, la mossa era tra le possibili conseguenze del declassamento del rating sovrano…

L’abbassamento del rating di sette banche italiane decisa ieri sera da Standard and Poor’s non determina gravi effetti ed era tra le possibili conseguenze del declassamento del rating sovrano. Parola del presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari. “Consideriamo che sono sette banche che avevano un rating abbastanza alto per cui la riduzione non determina gravi conseguenze, per tutte le altre è l’outlook che da neutrale o positivo passa a neutrale o negativo”, ha detto Mussari.

“Bisognerà leggere con attenzione il rapporto, però diciamo che era nelle cose possibili”. Il Presidente dell’Abi è tornato poi a parlare dello stato di salute complessivo del settore bancario italiano sottolineando che “anche il Commissario Almunia ha parlato delle banche italiane come un elemento di forza indiscutibile di questo Paese e ha aggiunto che l’Italia è fortunata ad avere questo sistema bancario”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X