Rc auto, nuovo caso di polizze contraffatte

A
A
A
Avatar di Gianluca Anghinelli 7 Ottobre 2011 | 13:47
L’Isvap segnala la commercializzazione di polizze contraffatte intestate alla società Yesinsurance Services Limited, che non è abilitata all’esercizio dell’attività sul territorio italiano…

Nuovo caso di polizze Rc auto contraffatte. Secondo quanto segnalato dall’Isvap, Yesinsurance Services Limited, una società con sede legale nel Regno Unito, Halifax House, in Ferguson Street “non rientra tra le compagnie autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa nel territorio della Repubblica italiana”. L’Autorità che vigila sul settore dà notizia di casi di commercializzazione di polizze Rc auto contraffatte intestate appunto a Yesinsurance, segnalando che si tratta di “una denominazione sociale corrispondente a quella di un intermediario assicurativo del Regno Unito, che non è abilitato ad operare in Italia”.

“Lo stesso intermediario ha dichiarato di non aver mai distribuito polizze in Italia”. L’Isvap “richiama l’attenzione degli utenti e di chi rilascia tali coperture assicurative che l’eventuale stipulazione di polizze Rc auto recanti l’intestazione Yesinsurance Services Limited comporta, per i contraenti, l’insussistenza della copertura assicurativa e, per coloro che le rilasciano, lo svolgimento di un’attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative”. In ogni caso, l’Autorità raccomanda, a livello generale, di verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Coronavirus e RC auto, la sospensione non sempre conviene. I rischi

Rc Auto e coronavirus, ecco le novità introdotte dal decreto Cura Italia

Verso la riforma dell’Rc Auto, Equita: impatto limitato sulle compagnie

NEWSLETTER
Iscriviti
X