Super Save, al via la sfida con Ing Direct sui conti correnti

A
A
A
di Redazione 10 Ottobre 2011 | 09:06
La proposta è di un rendimento garantito del 4,25% lordo per 12 mesi

La battaglia dei conti correnti sembra coinvolgere sempre più le banche dirette e le reti di promotori finanziari operanti in Italia e Fineco non si tira certo indietro. Così se il conto della zucca, Ing Direct, propone a tutti i nuovi clienti che deterranno per dodici mesi i capitali su Conto Arancio un tasso lordo del 4,2% (a patto di attivare entro il 28 ottobre “l’opzione Arancio+”), Fineco Bank risponde con l’offerta (anche in questo caso per tutti i nuovi clienti o per la nuova liquidità trasferita entro il 28 ottobre) di un rendimento garantito “Super Save” del 4,25% lordo per i prossimi dodici mesi ovvero del 3% lordo per i prossimi sei mesi. In questo caso si tratta, come precisa il sito della controllata del gruppo UniCredit, di “un investimento in Pronti contro Termine vincolato a scadenza che offre un tasso di interesse crescente in funzione della durata (6 o 12 mesi)”.

A scadenza il cliente riceve sempre il 100% del capitale più gli interessi maturati. Super Save, fa sapere Fineco, è disponibile anche in dollari Usa (ma in questo caso l’investimento è soggetto al rischio di cambio). Qualche ulteriore differenza rispetto al Conto Arancio attiene ai costi e agli importi minimi previsti: nel caso del prodotto della zucca (un conto di deposito) i nuovi clienti prendono il 4,20% con l’opzione “Arancio+” fino a 100 mila euro, sulle somme depositate a dodici mesi (si può versare da 1 euro a 1,5 milioni di euro per ogni conto, con un tetto di tre milioni complessivi per cliente), senza alcuna spesa (“tutte le operazioni sono gratuite. Anche l’imposta di bollo la paghiamo noi” si legge sul sito della banca). Se si sceglie di non vincolare i risparmi il tasso base di Conto Arancio cala all’1,30% lordo annuo.

Nel caso di “Super save”, invece, non vi sono costi di attivazione o canoni di utilizzo, mentre si pagano le imposte statali sul deposito titoli. In questo caso è richiesto un primo investimento minimo di 10 mila euro ed è possibile attivare un’opzione (gratuita) di rinnovo automatico a scadenza (potendo sempre decidere di sospendere l’opzione in qualunque momento). Nel caso di Fineco il tasso standard annuo è pari al 2% lordo nel caso di depositi a sei mesi, del 3,50% lordo nel caso di depositi a dodici mesi (con un versamento iniziale minimo di soli mille euro).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ING, lo smart working arriva in filiale

Ing, in Italia lo smart working è il futuro

Il risparmio ai tempi del coronavirus: i tre nuovi trend in Europa e in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X